QR code per la pagina originale

Nokia Lumia 930, in vista un taglio del prezzo?

Calano i prezzi del Nokia Lumia 930 ancora prima del debutto ufficiale. In alcuni eShop europei è già prenotabile a poco più di 500 euro

,

In Italia ed in Europa, Microsoft non ha ancora ufficializzato il prezzo del nuovo Nokia Lumia 930 anche se rumors da tempo parlerebbero di una cifra di circa 599 euro. In alcuni mercati europei però, alcuni famosi eShop hanno già iniziato ad offre ai propri clienti la possibilità di preordinare il nuovo smartphone Windows Phone 8.1 di casa Microsoft. Il fatto curioso è il prezzo, in molti casi ben inferiore ai 599 euro. Questo aspetto starebbe facendo circolare la voce che il Nokia Lumia 930 potrebbe anche essere venduto ufficialmente a meno di quanto sarebbe stato lecito attendersi.

Per esempio, su Expansys.it, eShop italiano che però vende prodotti import, il nuovo smartphone di Microsoft è in preordine a 539,99 euro, in tutte le colorazioni disponibili. Su Amazon.de, invece, il Nokia Lumia 930 è offerto attorno ai 579 euro. Su Amazon.fr, lo smartphone costa invece 549 euro. Un abbassamento di prezzi che in realtà si starebbe verificando anche in altri eShop minori. Nei Paesi Bassi, addirittura, il Nokia Lumia 930 sarebbe stato messo in vendita a soli 505 euro. Un tendenza molto curiosa che però non è stata confermata da Microsoft che sul prezzo di vendita ufficiale non si è ancora espressa. Così come non è disponibile nessuna data ufficiale per il debutto dello smartphone che comunque dovrebbe arrivare entro il mese di giugno.

Un taglio di prezzi che anche solo ufficiosamente potrebbe essere praticato per spingere la piattaforma Windows Phone nei mercati per tentare di guadagnare terreno nei confronti di iOS ed Android per convincere contestualmente anche gli sviluppatori nel voler investire su questo ecosistema. Recenti dati di Kantor sulla diffusione di Windows Phone, parlano di una costante crescita in Europa che si sarebbe però un po’ raffreddata negli ultimi mesi. Una politica di prezzi “aggressiva” potrebbe spingere ulteriormente il market share, questo in attesa di conferme ufficiali.