QR code per la pagina originale

Apple conferma l’acquisizione di Beats

Apple ha confermato ufficialmente l'acquisizione di Beats, hardware e software compresi: Jimmy Iovine e Dr Dre saranno supervisori in quel di Cupertino.

,

L’annuncio è finalmente ufficiale: Apple ha acquisito Beats, la società di Jimmy Iovine e di Dr. Dre specializzata in cuffie, diffusori audio e servizi di streaming musicale. E proprio i due co-fondatori entreranno ufficialmente a far parte della Mela, così come da comunicato rilasciato pochi minuti fa dal gruppo di Cupertino. Apple procederà all’acquisizione sia di Beats Music che di Beats Electronic, per un totale di 3 miliardi di dollari: 2,6 miliardi in costi d’acquisto e 400 milioni da maturare nel tempo.

Vengono quindi confermate le indiscrezioni che da giorni si susseguono sul conto di Beats, compresa la riduzione da 3,2 a 3 miliardi di dollari, così come emerso oggi sulla stampa specializzata. A darne l’annuncio Tim Cook, accompagnato da Eddy Cue e, ovviamente, proprio da Jimmy Iovine e da Dr. Dre. Il CEO di Cupertino ha così commentato l’intera operazione:

«La musica è una parte così importante della vita di tutti noi e, in Apple, occupa un posto speciale nei nostri cuori. Ecco perché abbiamo continuato ad investire nella musica e stiamo portando insieme questi team straordinari in modo che possiamo continuare a creare i prodotti e i servizi musicali più innovativi al mondo.»

Un pensiero condiviso anche da Iovine, il quale ha ammesso di essersi sempre ispirato ai successi targati mela morsicata per il proprio business:

«Ho sempre saputo nel mio cuore che Beats apparteneva ad Apple. Quando abbiamo dato vita all’azienda l’idea si ispirava dalla capacità ineguagliata di Apple di unire cultura e tecnologia. Il profondo impegno di Apple verso gli appassionati di musica, gli artisti, cantautori e l’industria della musica è qualcosa di speciale.»

E chi più del CEO di Beats può affermarlo, uno dei personaggi più influenti per la produzione musicale degli ultimi decenni. Oltre ad aver già collaborato in passato con Apple per il miglioramento di iTunes Store, la sua esperienza in campo discografico – culminata nella presidenza del consiglio d’amministrazione di Interscope – è servita per lanciare e promuovere alcuni degli artisti più in voga del momento. Basti pensare come nel rooster di Interscope finiscano personaggi come Madonna, Lady Gaga, Lana Del Rey, LMFAO, will.i.am, Timbaland, Maroon 5 e molti altri.

Apple non si è però troppo sbilanciata sulle strategie che vorrà intraprendere da questa nuova partnership. A quanto pare, al momento l’hardware e i servizi di Beats rimarranno separati da Cupertino, tanto che alcuni – si pensi a Beats Music e iTunes Radio – saranno addirittura concorrenti fra loro, almeno in senso lato. A lanciarlo intendere è Eddy Cue, senior vice president degli Internet Software:

«La musica è una parte così importante del DNA di Apple e lo sarà sempre. L’ingresso di Beats renderà la nostra offerta musicale ancora migliore, dallo streaming gratuito con iTunes Radio a un servizio di abbonamento di classe mondiale in Beats, e, naturalmente, l’acquisto di musica da iTunes Store così come i clienti hanno amato fare per anni.»

Non resta che attendere, di conseguenza, per scoprire quali saranno i piani futuri della mela morsicata. Probabilmente non se ne saprà molto fino al termine della transazione, che verrà completata entro il quarto trimestre fiscale dell’azienda, nel frattempo non si preoccupino gli appassionati: le famose cuffie Beats, così come i diffusori e i servizi di streaming, sono ben lontani dallo scomparire.

Galleria di immagini: iTunes Radio: le immagini

Fonte: The Verge • Immagine: The Verge • Notizie su: , , ,
Commenta e partecipa alle discussioni