QR code per la pagina originale

Enjoy a Roma, il car sharing è Capitale

Enjoy sbarca a Roma: dopo l'esordio a Milano, il servizio di car sharing di Eni giunge anche nella Capitale con medesimi prezzi e medesime opportunità.

,

Eni ha ufficialmente tagliato i nastri del servizio di car sharing enjoy nella Capitale: anche Roma sarà da oggi attraversata da centinaia di Fiat 500 rosse che con sé porteranno il marchio Eni, una nuova filosofia di mobilità, nuovi vantaggi per la città e nuove opportunità per tutti i cittadini. La partenza è stata presso la Stazione Termini, ove hanno animato l’evento Salvatore Sardo, Chief Downstream & Industrial Operations Officer di Eni, l’amministratore delegato di Trenitalia, Vincenzo Soprano, l’Head of Fiat Brand – Emea Region, Gianluca Italia, e l’Assessore alla Mobilità e Trasporti del Comune di Roma, Guido Improta.

Dopo l’esordio di Milano datato dicembre 2013 (sono ormai 80 mila le iscrizioni raccolte nei primi 5 mesi di attività in Lombardia), enjoy sfida ora anche le strade di Roma: una flotta di trecento Fiat 500 (numero destinato a raddoppiare in tempi estremamente brevi) è a disposizione di cittadini e turisti «per farti vivere la città eterna in modo tutto nuovo». La copertura della capitale è relativa a un’area di circa 100 Km quadrati.

Mappa della copertura Enjoy a Roma

Mappa della copertura Enjoy a Roma

Il funzionamento del servizio è confermato in toto dopo il vincente esordio milanese: si prenota l’auto con una applicazione, la si raggiunge attraverso la navigazione step-by-step, quindi vi si accede sbloccando la portiera ancora una volta per mezzo dell’app ufficiale.

Enjoy a Roma: app e vetture

Medesime anche le regole, che automaticamente si tramutano in opportunità: le Fiat 500 rosse di enjoy potranno accedere liberamente alle zone a traffico limitato ed i fruitori del servizio potranno liberamente parcheggiare entro le strisce blu senza dover pagare il parcheggio. La manovra stessa sarà facilitata grazie ai sensori di parcheggio presenti su tutte le auto del parco vetture disponibile.

Il via ufficiale è fissato al 5 giugno, giorno nel quale l’applicazione sarà aggiornata su App Store e su Google Play (presto l’app sarà disponibile anche per utenza Windows Phone): da quel momento una sola applicazione consentirà la fruizione del servizio di car sharing tanto a Milano quanto a Roma, creando una perfetta continuazione tra le due realtà che Trenitalia (partner del progetto) conta a sua volta di unire tramite le linee Frecciarossa che costituiscono la nervatura della mobilità pendolare della nazione.

Le auto a disposizione sono tutte omologate euro 6 e sono equipaggiate per trasportare fino a 4 persone (differenziandosi in ciò rispetto a servizi di car sharing rivali le cui auto hanno portata limitata a due soli posti, configurando modalità di viaggio di minor comodità).

Enjoy: le tariffe a Roma

Anche le tariffe sono confermate rispetto a Milano: 25 centesimi di euro al minuto, con decurtazione a 10 centesimi in caso di sosta. La tariffa massima giornaliera (che copre 24 ore di utilizzo consecutivo a partire dall’avvio del noleggio) è pari a 60 euro e contempla l’utilizzo dell’auto per tratte fino a 50Km (con 0,25 centesimi aggiuntivi per ogni chilometro ulteriore percorso). L’utilizzatore non avrà alcun onere aggiuntivo né in termini di assicurazione, né di bollo o carburante: con 25 centesimi si può utilizzare l’automobile per quanto tempo si desidera e la si può lasciare quindi in uno dei parcheggi autorizzati. Il prossimo fruitore potrà trovare l’auto libera utilizzando la propria app su smartphone per compiere il tragitto desiderato e lasciare a sua volta la vettura in un nuovo parcheggio.

Nessun costo per l’accesso in zona ZTL e nessun costo per il parcheggio in striscia blu. A differenza di Milano, a Roma non è contemplato invece il parcheggio in zone a striscia gialla riservate ai residenti.

Notizie su: , ,