QR code per la pagina originale

State of the Net: cosa è smart?

Quarta conferenza a Trieste sullo stato dell'arte di Internet in Italia. Sul tema smart life si riuniranno esperti di fama internazionale.

,

Stampare un pezzo di ricambio di un elettrodomestico, salire su un auto a noleggio gestita da un’app, imparare un mestiere che rischia di scomparire senza viaggiare e senza costi. Il mondo sta cambiando ed evolvendo in modi e tempi sempre più smart, e a questo tema è dedicato il prossimo State of the Net, la conferenza sullo stato di Internet che si terrà dal 12 al 14 giugno a Trieste che vuole lanciare la sfida all’era dell’abbondanza, probabilmente finita, con la nuova era della sharing economy.

Nel corso della tre giorni triestina si terrano diversi incontri con relatori provenienti da tutto il mondo, il primo dei quali sarà il keynote di Dave Winer, uno dei più famosi blogger del mondo, intitolato “Smart Life”. Nello stesso giorno anche il giornalista Luca de Biase interverrà con una relazione sul rapporto tra abbondanza digitale e scarsità analogica. Il programma è ancora in progress, ma l’elenco degli speaker promette già bene.

Di cosa si parlerà

Gli speaker di #SOTN14 sono esperti e professionisti di fama internazionale di vari settori: IT, comunicazione, marketing, social media, scienza, open data, politica. Manager e professionisti di aziende come Facebook, Edelman, Unicredit, Il Sole 24 Ore, Ansa, Telecom Italia, Nokia, World Bank, Bbc, Rai, Commissione Europea, Ibm, Cnn. Ricercatori e docenti da accademie internazionali come Harvard, Mit, Stanford e l’Università Bocconi.

Fra i molti interventi, si segnalano il Ceo del Cefriel, Alfonso Fuggetta, che arricchirà l’analisi dello smart learning nei contesti di business; Maurizio Costabeber, un imprenditore che ha portato la stampa 3D di precisione nei settori della gioielleria e dell’odontoiatria; spazio anche all’open politics con Anna Masera, nuovo capo ufficio stampa della Camera dei Deputati, che racconterà nel corso di una chiacchierata con gli organizzatori della manifestazione le novità del suo mandato, che ha iniziato l’apertura e il coinvolgimento dei cittadini tramite social media.

Il 13 giugno si terrà un panel su privacy, Rete e informazione (come non pensare al Datagate ma anche al diritto all’oblio e Google?): Anne Wright, ingegnere che ha lavorato sul prototipo Mars Rover della NASA, ricercatrice per la Carnegie Mellon University di Pittsburg, uno degli specialisti più influenti al mondo sui temi dell’empowerement personale e della salute, parlerà di aggregazione di dati di self tracking; Roger Taylor, ex corrispondente del Financial Times, ora consulente per organizzazioni nel mondo della Sanità, sarà a Trieste per spiegare i benefici, tutt’altro che scontati, dell’informazione per l’individuo; a loro due si uniranno Adriana Lukas ed Elvira Berlingieri per una conversazione su come raggiungere compromessi intelligenti tra dati personali, dati aggregati e privacy.

I numeri dell’anno scorso

Lo State of the Net 2013 è stato certamente un evento di successo, con 650 partecipanti alla conferenza, oltre 2.500 utenti unici connessi al live streaming, più di 150 articoli sulla stampa e sui media, 7.500 tweet con l’hashtag top trending in Italia, 110 mila utenti unici sul sito web. Si può partecipare gratuitamente all’edizione 2014 attraverso una semplice registrazione, e così godersi la kermesse, oppure seguire le sessioni di networking e keynote in sala plenaria con la diretta streaming.

Fonte: SOTN • Notizie su: ,