QR code per la pagina originale

Buon compleanno, Tetris

Sono trascorsi 30 anni da quando Alexey Pajitnov creò Tetris, il gioco più popolare al mondo, giocato praticamente da tutti e approdato in qualsiasi device

,

Sono trascorsi ben 30 anni da quando Alexey Pajitnov creò il gioco più popolare al mondo e di tutti i tempi: si tratta del Tetris, che oggi compie dunque il compleanno e che nell’arco di un trentennio è rimbalzato su ogni computer, telefono, Game Boy e dispositivi di quasi ogni genere, comprese anche le calcolatrici.

Giovani, bambini, adulti e anziani, non importa qual è l’età di una persona ma chiunque è stato catturato dal Tetris classico, disponibile praticamente ovunque gratis e in grado di raggiungere ben 33 milioni di copie sul solo Game Boy; il gioco è anzi riuscito anche a spingere le vendite della console portatile Nintendo e ad aprire la strada ai titoli mordi-e-fuggi, quelli da giocare sempre, in qualunque posto e anche per breve tempo. Tetris ha un posto fisso nella storia del gaming e può essere annoverato tra i maggiori successi videoludici di tutti i tempi.

In totale Tetris ha venduto oltre 170 milioni di copie tra tutti i formati in cui è stato distribuito ma non ha ancora smesso di appassionare le persone di tutto il globo, tanto che Ubisoft ne ha appena annunciato un’edizione speciale (Tetris Ultimate) in arrivo durante l’estate su PS4 e Xbox One, per poi approdare su PC anche in autunno. Per tale edizione del trentennale ha collaborato anche Alexey Pajitnov, il leggendario creatore del Tetris originale.

Alexey Pajitnov, ai tempi uno studente universitario, lanciò Tetris sull’Elektronika 60, un computer russo, e da allora in poi non è esistito sistema elettronico che non abbia visto questo classico gioco. Erano bastate solo due settimane a Pajitnov per mettere a punto il codice del videogame, che dalla Russia fu poi anche portato in Ungheria e nel resto del mondo occidentale, divenendo famoso soprattutto nel 1989 quando Nintendo decise di portarlo sul Game Boy.

Una curiosità: i diritti del Tetris sono stati forzatamente dati all’Unione Sovietica, che trent’anni fa non prevedeva la proprietà privata.

Fonte: Engadget • Immagine: DaveOnFlickr • Notizie su: