QR code per la pagina originale

Amazon lancia la sfida a PayPal nell’e-payment

Amazon sfida direttamente PayPal nel settore dell'e-payment lanciando un nuovo servizio di pagamenti online dedicato ai suoi clienti

,

Amazon scende in campo per tentare di assumere un ruolo di leader nell’affollato settore dei pagamenti online oggi dominato da PayPal. Reuters ha svelato che il gigante dell’e-commerce ha lanciato lunedì un nuovo servizio di pagamento online rivolto ad aziende e startup che permette di utilizzare i dati delle carte di credito degli oltre 240 milioni di clienti attivi ogni mese su Amazon.com per saldare bollette, conti, abbonamenti e tanto altro ancora.

Un servizio che è stato testato per alcuni mesi presso aziende e startup selezionate ma che adesso sarà offerto a tutti, provider, operatori di telefonia e servizi web compresi. I clienti che sceglieranno di utilizzare Amazon come forma di pagamento potranno farlo in pochi passaggi, potendo contestualmente monitorare i pagamenti e gestire le fatturazioni con estrema facilità. Il lancio di questo nuovo servizio di pagamento online potrebbe rappresentare una cattiva notizia per PayPal ed eBay. Sfruttando il largo bacino di utenza già registrata, Amazon potrebbe facilmente diventare la forma di pagamento preferita per una larga fetta di clienti interessata a gestire i pagamenti attraverso un unico account.

Un duro colpo per PayPal che potrebbe potenzialmente perdere una consistente fetta del mercato dei pagamenti online dopo averlo dominato per lungo tempo.

Il target iniziale del servizio di e-payment di Amazon saranno le spese degli abbonamento degli utenti, ma il sistema di pagamento in teoria potrebbe essere applicato per qualsiasi forma d’acquisto. Amazon comunque, proprio come PayPal, chiederà un piccola tassa all’esercente per ogni transazione. In ogni caso, non è stato ancora diramato un elenco delle aziende che avrebbero già sottoscritto una accordo con Amazon per l’integrazione di questo nuovo servizio di pagamento.