QR code per la pagina originale

Google Maps: un miliardo di download su Android

Un mese dopo Gmail, anche la versione Android dell'app Google Maps supera il miliardo di download complessivi dalle pagine della piattaforma Play Store.

,

Google Maps è la seconda applicazione a superare il traguardo del miliardo di download da Play Store. Il primato spetta a Gmail, capace di raggiungere l’obiettivo a inizio maggio. Oggi, a poche settimane di distanza, tocca ad un’altra delle app ufficiali di bigG più apprezzate e utilizzate dagli utenti in ambito Android, pre-installata sulla quasi totalità dei dispositivi commercializzati.

Una precisazione: il calcolo è stato effettuato tenendo conto del numero di account che almeno una volta hanno scaricato il software dallo store ufficiale. Il volume complessivo potrebbe dunque essere molto più alto. In altre parole, il miliardo si riferisce al conteggio degli utenti che hanno effettuato il download da quando esiste la piattaforma. Non è difficile capire il perché di un simile interesse verso un’applicazione: si tratta di una delle tecnologie più avanzate tra quelle offerte dal gruppo di Mountain View, in continua evoluzione, come dimostra il restyling annunciato lo scorso anno, introdotto prima sulla versione desktop del servizio e poi anche in ambito mobile.

Fin dal suo esordio Google Maps ha saputo catalizzare l’attenzione grazie agli strumenti offerti per quanto riguarda navigazione stradale e mappatura del territorio, dimostrandosi superiore alla concorrenza anche in tempi più recenti. Basti pensare alla qualità delle Mappe di Apple introdotte con l’aggiornamento al sistema operativo iOS 6: nulla a che vedere con l’affidabilità e l’accuratezza di quelle gestite da bigG. Tutto questo senza contare il supporto ai comandi vocali, l’integrazione con l’assistente virtuale Google Now, la modalità Street View e la possibilità di visitare l’interno degli edifici.

Per il futuro è previsto un avvicinamento dell’ecosistema Android al mondo delle automobili, con il progetto Open Automotive Alliance annunciato a gennaio in occasione dell’evento CES 2014. Anche in quel caso Google Maps potrebbe giocare un ruolo determinante, in modo da offrire tutti i suoi strumenti e le sue funzionalità all’interno dell’abitacolo.

Fonte: AppBrain • Notizie su: