QR code per la pagina originale

Google: i partner del programma Glass at Work

Google annuncia i primi partner del programma Glass at Work: sono aziende che sfrutteranno gli occhiali per la realtà aumentata in ambito professionale.

,

La versatilità di un dispositivo come Google Glass è fuori discussione. Le componenti integrate negli occhiali permettono di sfruttarli negli ambiti più svariati, compreso quello professionale. È proprio per far emergere il “lato business” del prodotto che il gruppo di Mountain View annuncia oggi i primi partner del programma Glass at Work, ovvero aziende che sfrutteranno le funzionalità del device applicandole all’attività lavorativa.

Abbiamo cercato sviluppatori impegnati nella creazione di Glassware capaci di aiutare le aziende a raggiungere i loro obiettivi. Abbiamo consultato centinaia di programmatori e oggi siamo felici di poter annunciare i primi partner certificati del programma Glass at Work. Congratulazioni ad APX, Augmedix, CrowdOptic, GuidiGO e Wearable Intelligence.

APX Labs ha realizzato Skylight, un software che permette di accedere ad informazioni e dati aziendali tramite Glass, Augmedix consente ai medici di consultare e aggiornare le cartelle dei pazienti sfruttando la fotocamera e il microfono equipaggiati, CrowdOptic fornisce la piattaforma per lo streaming di particolari eventi ripresi con una visuale in soggettiva, GuidiGO porta le funzionalità degli occhiali in ambito museale e infine Wearable Intelligence semplifica la comunicazione in azienda grazie alle tecnologie mobile e indossabili.

Significativo l’esempio fornito dal filmato visibile qui sopra. A parlare sono i medici delle cliniche Dignity Health, spiegando come l’impiego di Google Glass consenta di migliorare il rapporto con i pazienti e ridurre drasticamente i tempi persi a compilare la documentazione relativa al loro stato di salute. Questo avviene affidando agli occhiali il compito di catturare le informazioni, mentre i dottori possono intrattenere un colloquio senza interruzioni con chi si rivolge a loro cercando una cura per la propria patologia.

Il programma Glass at Work è destinato ad accogliere in futuro altri partner. Tutto sembra dunque far intuire un’imminente commercializzazione del dispositivo su larga scala, che potrebbe essere annunciata già nei prossimi giorni, in occasione dell’evento I/O 2014 in scena a San Francisco.