QR code per la pagina originale

Touch ID più duraturo in iPhone 6 e iPad Air 2

La nuova versione di Touch ID, attesa su iPhone 6 e iPad Air 2, vedrà delle innovazioni hardware oltre che di funzionalità: il lettore sarà più duraturo.

,

Fra le varie novità che interesseranno l’universo degli iDevice nella seconda metà dell’anno, da tempo si parla della possibilità di una nuova versione di Touch ID, il lettore di impronte digitali inaugurato con iPhone 5S. Tra le varie novità una più affidabile scansione delle dita, così come una velocità migliorata per l’operazione. Ma anche un sistema di componenti interne più durature, per limitare al massimo il rischio di malfunzionamento o di necessità di sostituzione.

A darne notizia è il China Times: oltre a confermare come il nuovo Touch ID verrà prodotto da TSMC, il nuovo partner produttivo di Cupertino, pare sia pronta una piccola rivoluzione a livello di hardware. Con un rinnovato processo di fabbricazione 8-inch rispetto ai 12 della precedente generazione, TSMC conta di arrivare a 120 milioni di lettori distribuiti entro la fine del 2014, con un incremento del 120% rispetto alla domanda dell’attuale iPhone 5S.

Non è ben dato sapere quali siano le innovazioni hardware che permetteranno a Touch ID di essere più duraturo su iPhone 6, probabilmente si modificherà internamente il meccanismo di appoggio delle dita sul cristallo di zaffiro, affinché l’eventuale – e non necessaria – pressione dell’utente non spinga le componenti fuori dai loro alloggiamenti.

Oltre all’hardware, è già noto come il sensore d’impronte vedrà una rivoluzione delle sue funzioni software, alcune delle quali già anticipate alla WWDC con iOS 8. Innanzitutto l’affidabilità della lettura, così da superare certi bug che hanno afflitto la corrente generazione. Poi un possibile abbinamento con l’universo dei micropagamenti, così come già avviene su App Store per la conferma di un acquisto, con PayPal in prima linea fra i collaboratori di Cupertino per lanciare un’esperienza d’acquisto totalmente rinnovata. Infine la possibile integrazione con OS X Yosemite, per sfruttare un iDevice ogni volta che dal Mac si vorranno inserire le proprie credenziali, sfruttando anche le funzionalità di iCloud Keychain.

Non è però tutto: la tornata di presentazioni di iDevice prevista a partire da settembre, infatti, vedrà anche delle promozioni. Pare proprio che il lettore di impronte stia per sbarcare su iPad Air e iPad Mini con Display Retina, i tablet targati mela morsicata.