QR code per la pagina originale

Mondiali di calcio, Cortana indovina i risultati

Grazie al recente aggiornamento del servizio, gli utenti Windows Phone 8.1 possono chiedere a Cortana previsioni relative al Mondiale di calcio brasiliano.

,

Prima dell’inizio dei Mondiali di calcio in Brasile, Microsoft aveva annunciato un servizio, Bing Predicts, che prevede i risultati delle partite, analizzando diversi parametri, tra cui i precedenti incontri ufficiali delle squadre. Le funzionalità predittive del motore di ricerca sono ora accessibili tramite Cortana, l’assistente personale integrato in Windows Phone 8.1.

Come altri servizi offerti da Microsoft, anche Cortana viene aggiornato in “background”, ovvero senza richiedere il download di un update da installare sullo smartphone. L’azienda di Redmond dovrebbe distribuire la versione finale di Windows Phone 8.1 entro metà luglio, quindi continua a migliorare il funzionamento dell’assistente personale (almeno due volte al mese). Per testare le nuove capacità da “veggente” è sufficiente chiedere a Cortana (in inglese) chi vincerà una delle prossime partite in programma. Finora le previsioni si sono rivelate esatte al 100%, in quanto ha indovinato correttamente le vittorie di Brasile, Colombia e Olanda.

Cortana ha previsto le vittorie di Brasile, Olanda e Colombia.

Cortana ha previsto le vittorie di Brasile, Olanda e Colombia.

Nonostante sia disponibile in versione beta, i primi test dimostrano l’ottimo lavoro effettuato dall’azienda di Redmond. Già adesso, la qualità di Cortana può essere paragonata a Siri e Google Now. Microsoft ha introdotto diversi miglioramenti nelle ultime settimane, aggiungendo la possibilità di chiedere informazioni su ulteriori argomenti. Anche la voce è stata aggiornata per offrire risposte in una tonalità meno robotica.

Da Redmond non è arrivata nessuna comunicazione sulla disponibilità di Windows Phone 8.1. Tuttavia, Microsoft India ha pubblicato un tweet in cui svela che l’update arriverà entro le prossime due settimane. Ciò significa che, negli Stati Uniti, il rilascio della versione finale è imminente. Gli utenti italiani, invece, dovranno attendere fino al 2015.