QR code per la pagina originale

Borgo Calsazio su eBay? L’asta è la vetrina

Un paese intero, Borgo Calsazio in provincia di Torino, viene messo in vendita su eBay: basterebbe poco per capire che si tratta di una non-notizia.

,

Borgo Calsazio è su eBay. Affascinante: un paese intero, ai piedi del Gran Paradiso, a portata di chiunque. Basta un click e la poesia di un borgo di montagna, tutto pietre e lose, può essere fatto proprio a colpi di rialzi. E nessuna spesa per il ritiro.

Ne parla mezzo mondo: Google News è una fucina di link verso articoli che promuovono la vendita del borgo, con centinaia di utenti che guardano l’annuncio ormai da varie ore. Tra 7 giorni l’asta sarà conclusa: c’è qualcuno che offre più di 245 mila euro? Ma soprattutto: la vendita di Borgo Calsazio è davvero una notizia?

«Borgata Calsazio è una frazione di Sparone, Comune della Valle Orco. Ai piedi del Parco Nazionale del Gran Paradiso, si trova a soli 50 chilometri dal centro di Torino. Una posizione strategica per vivere, aprire un’attività turistica o un ristorante. Quattordici case uniscono oltre 50 vani. Immerse tra le Alpi Graie, in un contesto paesaggistico unico. Il borgo si presta a un recupero funzionale, mirato alla ristrutturazione degli edifici rispettando i criteri storico-architettonici canavesani»: questa la descrizione che eBay offre del borgo in vendita. Poche case, qualche potenzialità, nonché l’imprescindibile precisazione del marketplace secondo cui l’oggetto in vendita «è stato usato». Basterebbe però soltanto riflettere pochi istanti per capire quanto futile sia la notizia e quanto fragile il sistema del passaparola.

La vendita di un paese intero su eBay è automaticamente cosa affascinante: una iniziativa talmente forte e talmente incredibile da conquistare il cuore di qualsiasi redazione. Senza fermarsi all’Italia, ove la fragilità del sistema di informazione è ben più fragile di altri, hanno parlato di Borgo Calsazio il Daily Mail, il Telegraph, NBCNews, The Independent e altri ancora. Il vecchio e il nuovo, messi affianco come in un ossimoro dipinto sullo sfondo di un marketplace, sprigionano quel tanto che basta per regalare celebrità a un borgo che, vista la rapida vendita sottocosto, non dimostra certo di aver in realtà catturato il cuore dei suoi stessi abitanti.

Che la vendita non sia cosa reale è peraltro cosa lapalissiana in virtù del fatto che non è possibile vendere su eBay un paese, la cui proprietà è in realtà divisa tra più persone e la cui cessione implicherebbe in ogni caso un ampio numero di pratiche legali che durano molto più di un semplice click. La borgata ai piedi del Gran Paradiso, inoltre, non è neppure la prima a provare questa via: già nel 2007 la città fantasma di Albert venne messa in vendita su eBay.

Allora come oggi, l’effetto è assicurato: la curiosità della notizia è tale da catturare le redazioni di tutto il mondo, garantendo il passaparola e riconsegnando all’autore dell’annuncio esattamente quanto auspicato, ossia il passaparola stesso. Questo cercava tale “it2014.piemo” (privo di alcun precedente su eBay): una vetrina per una borgata da portare sui giornali, cercando magari di incuriosire qualche visitatore e (chissà) qualche potenziale offerta di vendita.

Intelligente il tentativo, debole il sistema, triste il risultato: una non-notizia è diventata notizia a colpi di click. Tanto che ora vien voglia di andare a stringere la mano agli abitanti di Borgo Calsazio: un piacere a costo zero, che in più offre in omaggio di una piacevole e salutare passeggiata ai piedi del Gran Paradiso, «tra le Alpi Graie, in un contesto paesaggistico unico».

Notizie su: