QR code per la pagina originale

I costi di prelievi e pagamenti all’estero

Quando si viaggia all'estero è utile conoscere esattamente i costi per utilizzare le carte di debito e credito. Sostariffe.it ha analizzato le commissioni

,

Arriva l’estate e con essa le meritate vacanze estive. Molti italiani sceglieranno come meta per le loro ferie l’estero. Tra le molte accortezze che è meglio prendere quando si viaggia fuori dai confini italiani c’è quella di conoscere esattamente tutti i costi per utilizzare le carte di debito e credito che si utilizzeranno per pagare gli alloggi e le piccole spese. Per molti anni i viaggiatori si sono infatti affidati solo ai soldi in contanti per pagare all’estero, ma per un fatto di comodità e sicurezza, sempre più persone oggi utilizzano anche bancomat o carte di credito.

SosTariffe.it ha condotto al riguardo un’indagine volta ad analizzare le soluzioni più convenienti per utilizzare la moneta elettronica all’estero. In questo studio, SosTariffe.it ha confrontato i costi medi delle commissioni per prelevare denaro e pagare con carta all’estero proposti dai conti delle banche online, delle banche tradizionali e delle più diffuse carte di credito. Dall’indagine è risultato che in molti casi la soluzione più conveniente è utilizzare una carta di debito internazionale associata a un conto web. L’osservatorio è stato condotto analizzando le commissioni dei bancomat internazionali dei conti delle banche online, degli istituti tradizionali e delle carte di credito per il prelievo di contati agli sportelli automatici e per i pagamenti elettronici con carta sia in zona Euro che extra Euro.

Per effettuare lo studio sono stati presi in considerazione i seguenti casi di prelievo e pagamento tramite carta: somme di 200 euro una tantum, 50 euro ripetuti 4 volte e 500 euro una tantum. I risultati, che sono riassunti nella sedente tabella, sono decisamente interessanti.

SosTariffe

In molte delle simulazioni effettuate il risparmio maggiore si ottiene utilizzando le carte associate a un conto online. In tutti i casi analizzati, infatti, il prelievo allo sportello in area Euro è vantaggioso almeno del 30% rispetto ai bancomat dei conti tradizionali e del 96% rispetto alle carte di credito. Risulta, inoltre, molto più conveniente effettuare un unico prelevamento piuttosto che ritirare cifre basse più volte.

Per quanto riguarda i prelievi da sportello fuori dall’area Euro la convenienza riscontrata con le carte di debito dei conti online arriva al 20% rispetto ai bancomat dei conti tradizionali e al 64% rispetto alle carte di credito. In alcuni casi, come per il prelievo di 500 euro, le commissioni registrate sulle carte associate a conti tradizionali sono più basse del 21%. Generalmente prelevare denaro in area extra Euro costa oltre il 90% in più rispetto a dove si utilizza la moneta comunitaria.

Se all’estero non si vuole rinunciare alla comodità di pagare con carta, invece che con i contanti, i costi registrati con le carte di debito sono quelli più bassi. In area Euro pagare con carta di debito, dove accettata, è sempre gratuito. Fuori dall’area Euro le commissioni medie del bancomat internazionale di un conto online sono inferiori del’8% rispetto a quelle dei conti tradizionali e del 48% rispetto alle carte di credito, soprattutto per il pagamento di 500 euro una tantum. Tuttavia in quest’ ultimo caso, che può avvenire per il saldo di strutture alberghiere o l’acquisto di voli internazionali decisi all’ultimo minuto, è raro che venga accettato il bancomat. Per transizioni frequenti di cifre più basse sono più convenienti, invece, le carte di credito.

Piccole accortezze, infine, da prestare attenzione quando si viaggia all’estero:

  • informarsi sulla possibilità di utilizzare il bancomat all’estero per prelievi a sportelli ATM o pagamenti POS
  • in caso di smarrimento, furto o scippo bloccare subito la carta e sporgere denuncia
  • annotarsi i numeri del servizio clienti delle carte per segnalare il blocco
  • controllare quali sono le commissioni applicate dalla banca sulle operazioni effettuate in valuta straniera e, in caso di viaggi frequenti all’estero, confrontare diverse offerte per scegliere il conto più adatto

Immagine: NanoPress • Notizie su: ,