QR code per la pagina originale

Frammentazione Android: KitKat al 17,9%

Pubblicate le nuove statistiche ufficiali riguardanti la frammentazione del sistema operativo Android: cresce la quota occupata dalla release KitKat.

,

Con qualche giorno di ritardo rispetto a quanto solitamente accade all’inizio di ogni mese, Google ha pubblicato le nuove statistiche ufficiali riguardanti la frammentazione di Android. Iniziamo ricordando il metodo utilizzato da Google per raccogliere i numeri: sono stati analizzati tutti i dispositivi che hanno effettuato l’accesso alla piattaforma Play Store mediante l’applicazione ufficiale preinstallata con il sistema operativo, in un periodo di sette giorni concluso ieri, lunedì 7 luglio.

Dando un’occhiata alla tabella allegata di seguito balza subito all’occhio la crescita fatta registrare da KitKat, ora presente sul 17,9% degli smartphone e dei tablet in circolazione. Una percentuale in aumento del 4,4% rispetto a quanto rilevato dal gruppo di Mountain View ad inizio giugno. Segue la release Jelly Bean, che ancora occupa la fetta più grande della torta con il 56,5% del totale (per la prima volta in calo, a -1,9%), suddiviso tra il 27,8% delle versioni 4.1.x, il 19,7% delle 4.2.x e il 9% della 4.3. Dietro si trova Ice Cream Sandwich, pian piano destinato a scomparire, che questo mese chiude con una percentuale dell’11,4% (-0,9%).

Le statistiche ufficiali riguardanti la frammentazione del sistema operativo Android, aggiornate al 7 luglio 2014

Le statistiche ufficiali riguardanti la frammentazione del sistema operativo Android, aggiornate al 7 luglio 2014 (immagine: Android Developers).

Le ultime due versioni rilevate dalle statistiche sono Gingerbread, ancora presente sul 13,5% dei dispositivi (-1,4%) e Froyo, che scende leggermente fino a raggiungere lo 0,7% (-0,1%). Per ovvi motivi è assente la “L release” annunciata da Google a fine giugno, già in circolazione su alcuni device della linea Nexus grazie alla Developer Preview rilasciata da bigG agli sviluppatori. Il suo debutto è fissato per l’autunno: arriverà certamente sullo smartphone Nexus 5 e sulla versione 2013 del tablet Nexus 7, mentre è ancora in dubbio il suo rilascio per i modelli più datati Nexus 4 e Nexus 10. A loro penserà di certo la community di sviluppatori indipendenti, con la distribuzione di custom ROM basate su quella ufficiale.

Fonte: Android Developers • Notizie su: ,