QR code per la pagina originale

La Honda Smart Home diventa open source

Honda ha pubblicato i progetti e la documentazione della sua Smart Home. Chiunque può utilizzare le soluzioni green dell'azienda nella propria abitazione.

,

Honda ha annunciato che la Smart Home, situata nel campus West Village della University of California Davis, è ora open source. L’azienda ha infatti rilasciato i progetti per la realizzazione di alcune parti architettoniche, degli interni e del sistema di raccolta delle acque piovane. I progettisti troveranno anche modelli 3D e dati CAD, oltre alle immagini in alta risoluzione. Chiunque può quindi utilizzare questa documentazione come fonte di ispirazione e realizzare un’abitazione che rispetta l’ambiente.

La Honda Smart Home è stata svelata pubblicamente a fine marzo. Da allora la casa è stata visitata da migliaia di persone: architetti, costruttori, ricercatori, accademici, giornalisti, politici e semplici curiosi. Da tutto il mondo sono arrivate proposte e richieste, tra cui quella di poter utilizzare liberamente le tecnologie adottate nella sua costruzione. Nella sezione Download sono disponibili ora i progetti architettonici con informazioni sul design passivo, i progetti degli interni con l’elenco dei materiali e i progetti degli impianti di riscaldamento, aria condizionata e raccolta dell’acqua piovana per l’irrigazione del giardino.

Per la realizzazione della Honda Smart Home sono state impiegate tutte le tecnologie green oggi esistenti, ottenendo una riduzione di emissioni di CO2 pari ad oltre 11 tonnellate/anno. Nella casa è presente un sistema di gestione energetico che permette di produrre on-site più energia da fonti rinnovabili di quella consumata in un anno e di ricaricare giornalmente una Honda Fit EV. Sul tetto sono stati installati pannelli fotovoltaici per un totale di 9,5 kW, sufficienti per fornire elettricità a tutti i sistemi, auto elettrica inclusa.

La Honda Smart Home è il tipo esempio di edilizia eco-sostenibile. I progettisti hanno infatti adottato un design passivo che tiene conto delle condizioni climatiche locali, della direzione del Sole e dell’involucro esterno della casa per ridurre i consumi energici. Particolare attenzione è stata data anche alla scelta dei materiali per rispettare l’ambiente. Honda ha stimato che la casa genererà un surplus di energia pari a 2,6 megawatt/ora di elettricità nel corso di un anno. Un’abitazione tradizionale consuma invece 13,3 megawatt/ora.

Fonte: Honda • Notizie su: