QR code per la pagina originale

Tim Cook e lo smartphone Samsung della giornalista

Tim Cook prende esempio da Craig Federighi e si lancia in un simpatico siparietto pubblico: consiglia a una giornalista di cambiare il suo Samsung.

,

La cura Craig Federighi, l’irresistibile e comico protagonista dell’ultima WWDC di San Francisco, inizia evidentemente a dare buoni frutti. Tanto da convincere Tim Cook, il CEO timido e riservato, a lanciarsi in un rarissimo episodio di ironia pubblica. Succede a Sun Valley, nell’Idaho, dove il leader di Apple è apparso a sorpresa per partecipare a un incontro dedicato a dirigenti e manager dell’universo tecnologico: interrogato da una giornalista, il CEO le ha simpaticamente consigliato di aggiornare il suo smartphone, un Samsung.

L’evento annuale, organizzato sin dal 1983 dalla società di investimenti Allen & Co., riunisce gran parte delle teste di serie dell’universo tecnologico. E sebbene non sia un incontro famosissimo sui media, è proprio nel lontano Idaho che nascono alcune delle partnership più proficue, come l’acquisizione di NBC Universal da parte di Comcast nel 2011. Nonostante un dispiegamento di giornalisti degno dei divi di Hollywood, pare sia sempre molto difficile entrare in contatto con uno dei dirigenti invitati, poiché tutto rimane nel più stretto riserbo. Si può solo immaginare lo stupore, allora, nell’apprendere non solo come Tim Cook fosse all’evento, ma anche la sua disponibilità a intrattenersi per qualche minuto con i reporter.

Una chiacchierata decisamente proficua per Anousha Sakoui, giornalista dell’Hollywood Reporter, simpaticamente rimproverata dal CEO targato mela morsicata. Nel mentre di alcune veloci domande, la reporter avrebbe sfoggiato uno smartphone del rivale Samsung. E senza pensarci due volte, Cook le avrebbe intimato di “aggiornare il suo telefono”. Così spiega la stessa giornalista su Twitter:

«Ok, Tim Cook di Apple mi ha appena detto di aggiornare il mio telefono. È un Samsung. Non credo di essermi salvata dicendo di avere anche un iPhone. […] Per la cronaca, Tim Cook è una delle più cordiali persone io abbia incontrato».

Accompagnato da Eddy Cue, il leader di Cupertino non si è ovviamente sbottonato con i media presenti, svelando parte dei piani futuri dell’azienda. E così ai reporter non è rimasto altro che cercare altri argomenti di conversazione virale. Dopo aver constatato come al polso del CEO non vi fosse un iWatch, la condivisione social si è immediatamente spostata sul fisico di Cook. Insolitamente vestito in jeans e maglia blu, sul Web è sorto un piccolo e innocuo caso-bicipiti del successore di Steve Jobs: che il CEO di Apple si sia talmente votato alla causa salutista – dallo spot in stile Kennedy a HealthKit, passando per i sensori biometrici dell’Apple del futuro – tanto da esercitarsi in prima persona?

La notizia è di per sé leggera, ma gli esperti non hanno dubbi: tutti i passi che Apple sta compiendo nell’ultimo periodo, da Federighi all’appoggio incondizionato alla comunità LGBT, servono alla Mela per ritrovare quell’aura trendy forse perduta con la morte di Jobs. Ben vengano, allora, scherzi ai giornalisti e t-shirt rivelatrici.

Fonte: AppleInsider • Notizie su: ,