QR code per la pagina originale

BlackBerry Assistant, assistente virtuale canadese

L'assistente personale di BlackBerry verrà integrato nella versione 10.3 del sistema operativo, installato sul BlackBerry Passport, in vendita da settembre.

,

Dopo Siri per iOS, Google Now per Android e Cortana per Windows Phone 8.1, in autunno arriverà un quarto assistente virtuale. Il suo nome è BlackBerry Assistant e sarà integrato in BlackBerry 10.3, la prossima versione del sistema operativo installata sul nuovo BlackBerry Passport, lo smartphone con il display quadrato dell’azienda canadese. Come i suoi “simili”, anche Assistant viene attivato con la voce e permette di gestire diversi task senza usare la tastiera o il touch.

L’utente può utilizzare BlackBerry Assistant per cercare le email o gli appuntamenti in calendario, creare eventi o promemoria, trovare informazioni sul web o sui social network, funzionalità già note a coloro che usano gli assistenti virtuali degli altri sistemi operativi. L’azienda canadese non fornisce dettagli sul funzionamento della tecnologia, ma specifica che può riconoscere i comandi vocali in maniera molto accurata. Inoltre, le risposte saranno tanto più pertinenti quanto più l’utente parlerà con l’assistente.

BlackBerry Assistant può essere utile sopratutto in auto. Il guidatore chiede di registrare una nota, memorizzare un appuntamento o leggere un messaggio, senza lasciare il volante. Con un comando vocale è possibile anche eseguire le applicazioni oppure cambiare le impostazioni delle notifiche.

BlackBerry Assistant sul BlackBerry Passport.

BlackBerry Assistant sul BlackBerry Passport.

Cortana e Siri sono definiti assistenti personali anche perché hanno una “personalità“. BlackBerry non ha specificato se il suo assistente avrà una simile caratteristica. Il BlackBerry Passport sarà in vendita da settembre, quindi tra circa due mesi verranno svelati ulteriori dettagli su BlackBerry Assistant.

Fonte: BlackBerry • Notizie su: