QR code per la pagina originale

Olimpiadi dei robot in Giappone nel 2020?

Il Primo Ministro giapponese ha espresso il desiderio di organizzare le Olimpiadi robotiche insieme ai Giochi Olimpici estivi di Tokyo del 2020.

,

RoboCup 2014, Cybathlon 2016, Robot Olympics 2020. Sembra il programma sportivo di un film di fantascienza, invece si tratta di eventi reali (o quasi). Il primo è in corso proprio in questi giorni e vede impegnati robot di qualsiasi forma e dimensioni in avvincenti partite di calcio. Il secondo è stato organizzato in Svizzera e vedrà la partecipazione di atleti “potenziati” con esoscheletri, protesi e interfacce neurali. L’ultimo dovrebbe invece avere luogo in Giappone, paese già scelto per ospitare i Giochi Olimpici estivi del 2020.

In questo caso, però, il quasi è d’obbligo perché si tratta solo di un desiderio del Primo Ministro Shinzo Abe. Lo scopo è sfruttare l’attenzione dei media e degli spettatori delle normali Olimpiadi per mostrare al mondo i progressi effettuati negli anni dall’industria robotica giapponese. Come è noto, infatti, il paese asiatico investe ogni anno miliardi di yen nella ricerca e buona parte del budget viene investito nello sviluppo di tecnologie avanzate. Il Ministro ha svelato i piani per creare una speciale task force per attuare una “rivoluzione robotica” e triplicare il giro d’affari a 2,4 trilioni di yen.

Nel 2020, mi piacerebbe riunire tutti i robot del mondo per organizzare una Olimpiade dove competono in varie abilità tecniche. Vogliamo fare dei robot il principale pilatro della nostra economia. Vorremmo istituire un consiglio per fare della rivoluzione robotica una realtà, al fine di favorire la crescita del Giappone.

Secondo Abe, l’industria robotica potrebbe rivitalizzare l’economia del paese, dopo anni di deflazione, vista anche la riduzione della forza lavoro dovuta all’innalzamento dell’età media della popolazione. Il Primo Ministro ha espresso il suo desiderio di organizzare una Olimpiade dei robot durante la visita ad una fabbrica specializzata in robot industriali e per l’assistenza alla persona. Abe ha in particolare osservato il funzionamento di un letto robotico che si trasforma in una sedie a rotelle.

Dopo i calciatori robot e gli atleti cyborg, probabilmente nel 2020 assisteremo ad una gara tra Usain Bolt fatti di metallo.

Fonte: Slashgear • Notizie su: