QR code per la pagina originale

Google ad un passo dall’acquisizione di Twitch

Google vicinissima all'acquisizione della piattaforma Twitch, che si unirà a YouTube a fronte di un investimento quantificato in un miliardo di dollari.

,

A maggio le prime voci di corridoio, nella serata di ieri rumor sempre più insistenti sull’accordo e questa mattina quella che sembra essere a tutti gli effetti una conferma: Google avrebbe portato a termine l’acquisizione di Twitch. Manca solo l’ufficialità, che potrebbe arrivare entro le prossime ore. Già nota anche l’entità dell’investimento economico messo sul piatto dal gruppo di Mountain View, quantificato in un miliardo di dollari.

Per chi non ne fosse a conoscenza, si tratta di una piattaforma dedicata allo streaming video, in particolare quello legato al gameplay dei titoli videoludici su PC e console. Il successo è arrivato lo scorso anno, grazie al supporto da parte delle piattaforme di nuova generazione Sony PlayStation 4 e Microsoft Xbox One. Proprio per la natura del servizio offerto Twitch andrà ad integrarsi con YouTube, spalancando così le porte a nuove formule di business legate al gaming, attirando in questo modo milioni di potenziali spettatori e investitori intenzionati a mettere mano al portafogli per mostrare le proprie inserzioni pubblicitarie.

L’azienda, con sede a San Francisco, nel mese di marzo ha mosso l’1,35% del traffico Internet totale (secondo l’istituto di ricerca Sandvine), può contare su un bacino di utenti attivi che supera i 50 milioni su base mensile (più che decuplicato rispetto ai 3,2 milioni del giugno 2011) e oltre un milione di giocatori che ogni mese effettuano il live streaming delle proprie partite. Dati che aiutano a comprendere le reali potenzialità della piattaforma e il perché dell’interesse manifestato da parte di bigG.

Twitch è stata fondata poco più di tre anni fa da Justin Kan e Emmett Shear (quest’ultimo attuale CEO), creatori di Justin.tv. Nel recente passato ha ottenuto un finanziamento da 35 milioni di dollari da parte di aziende come Take-Two Interactive, Bessemer Venture Partners, Thrive Capital. YouTube, acquisita da Google nel 2006 per 1,65 miliardi di dollari, ogni mese offre oltre sei miliardi di ore di video. Insieme le due realtà potranno consolidare il primato del motore di ricerca nell’ambito dello streaming online.

Fonte: VentureBeat • Notizie su: ,