QR code per la pagina originale

Timeline nelle SERP di Google

Il motore di ricerca sperimenta una feature che mostra timeline interattive all'interno delle SERP quando si cercano informazioni sugli eventi storici.

,

Le SERP di Google, ovvero le pagine dei risultati mostrate ai navigatori in seguito ad una ricerca, si apprestano ad accogliere l’introduzione di vere e proprie timeline interattive, il cui compito sarà quello di ricostruire graficamente l’evolversi di un evento storico attraverso le sue tappe più importanti. È la feature che il gruppo di Mountain View ha già iniziato a sperimentare, consentendone l’accesso ad un numero ristretto di utenti come spesso accade in queste occasioni.

La potenza del Knowledge Graph al servizio della conoscenza, dunque. Per capire  concretamente di cosa si tratta basta dare un’occhiata al filmato in streaming di seguito. Si può notare che, cercando ad esempio il termine “google”, compare nella parte superiore della schermata una linea cronologica che raggruppa tutti i nomi di coloro che si sono avvicendati al vertice della società. Ancora, digitando “world war” (ovvero “guerra mondiale”) è possibile consultare gli avvenimenti principali della grande guerra iniziata esattamente 100 anni fa, con link diretti ai protagonisti, alle battaglie più importanti e ai paesi coinvolti nel conflitto.

Non manca inoltre la possibilità di effettuare lo zoom su un determinato periodo, mostrando in questo modo un numero maggiore di eventi. Va specificato che, trovandosi ancora in fase sperimentale, la feature potrebbe essere al momento ben diversa da come sarà la sua versione definitiva, che probabilmente vedrà l’introduzione di un’interfaccia più completa e curata graficamente, oltre ad un numero maggiore di informazioni visualizzate. Tutti i dati sono estratti dal vasto archivio dell’enciclopedia libera Wikipedia.

Al momento non è dato a sapere quando Google ha intenzione di renderla accessibile a tutti, ma considerata la complessità del progetto potrebbero essere necessari diversi mesi, con il rollout al pubblico che dovrebbe iniziare con gli utenti che utilizzano il motore di ricerca in lingua inglese. Di seguito un paio di screenshot.

Fonte: Florian Kiersch su Google+ • Immagine: Android Police • Notizie su: