QR code per la pagina originale

OS X Yosemite: adozione record, reazioni tiepide

Con l'apertura della beta pubblica, il tasso d'adozione di OS X Yosemite cresce del 50% in poche ore. Le reazioni degli utenti, però, sono altalenanti.

,

L’inaugurazione della beta pubblica di OS X Yosemite è già un piccolo successo, ma le reazioni degli utenti sono altalenanti. Il dato di diffusione lo si apprende da un’analisi condotta da GoSquared, con un aumento del 50% della presenza online del nuovo sistema operativo a partire dallo scorso giovedì. Le opinioni degli utenti, invece, sono state raccolte da MacRumors.

Come già ormai noto, OS X Yosemite è disponibile per il download prima del rilascio ufficiale in autunno, grazie al Beta Program avviato da Apple la scorsa settimana. Iscrivendosi al programma, limitato a un milione di utenti, si potrà infatti provare il sistema operativo in anteprima, sottoscrivendo però delle precise limitazioni di diffusione previste da Cupertino e partecipando, quando necessario, a un apposito sistema di feedback.

Stando alle rilevazioni di GoSquared, la diffusione di Yosemite è aumentata del 50% nel giro di un weekend: analizzando i dati di connessione online, il sistema operativo minimalista è passato dallo 0,26 allo 0,50% di tutti i Mac in circolazione in pochissime ore. Il tutto nonostante i problemi di scaricamento, particolarmente difficoltoso nel weekend dato il comprensibile assalto ai server Apple.

Sebbene nel contratto di utilizzo Apple abbia specificato il divieto di diffondere online informazioni e screenshot sul prodotto, a meno che non siano dati già stati rivelati dalla stessa azienda, i forum online sono stati sommersi dalle reazioni della prima installazione. Così come svela MacRumors, le opinioni su Yosemite sono abbastanza tiepide. In linea generale, gli utenti sembrano apprezzare lo stile minimalista del neonato in casa Cupertino, così come anche il ricorso alle semitrasparenze in stile iOS 8. Vi sarebbero dei fattori, tuttavia, che non avrebbero convinti tutti. Dai messaggi presenti online, si può così riassumere:

  • Interfaccia troppo chiara: nella sua versione canonica, quindi con Dark Mode non attivo, la GUI sarebbe troppo chiara e stancante. Lo stesso tipo di lamentela nelle prime settimane di iOS 7, poi esauritasi con il tempo;
  • Colori: vi sono interi thread di discussione sui colori scelti per il sistema operativo. Bocciato l’azzurro intenso delle nuove cartelle del Finder, così come il verde limetta per le icone di FaceTime e affini;
  • Retina: la performance a schermo sarebbe ottima sui display Retina, mentre tenderebbe a essere più confusa sugli LCD classici. Vi è poi un mistero font: per alcuni la visualizzazione è super arrotondata e piacevole alla vista, per altri troppo quadrettata. In questo caso, determinanti potrebbero essere le opzioni di antialiasing pregresse all’installazione del sistema operativo.

Vale la pena di ricordare come, essendo appunto una beta, Apple abbia abbondantemente avvisato gli utenti sulla possibilità di bug oppure di una performance non al massimo delle aspettative. OS X 10.10 è destinato a migliorare nel tempo, per arrivare perfetto alla versione finale di ottobre.

Galleria di immagini: OS X Yosemite, le foto