QR code per la pagina originale

iPhone: fotocamera frontale e flash saranno mimetizzati

La fotocamera frontale e il flash dei futuri iPhone saranno mimetizzati dietro alla griglia dell'audio, per un design più uniforme e compatto del device.

,

Gli iPhone del futuro potrebbero essere dotati di fotocamere e flash mimetizzati, per un’estetica ancora più raffinata. È quel che propone Apple in un brevetto pubblicato oggi, anche se una simile innovazione non sarà probabilmente inclusa nell’imminente iPhone 6. La tecnica riguarderà principalmente l’obiettivo frontale, ma non è da escludersi possa essere impiegata anche in altre aree dello smartphone.

Il brevetto è stato scovato dalla redazione di AppleInsider ed è stato depositato all’US Patent & Trademark office nel febbraio del 2013. La tecnologia illustrata permettere di nascondere una piccola fotocamera, così come un modulo flash, dietro alla griglia dell’auricolare, affinché non sia visibile dall’esterno. In questo modo, l’aspetto del pannello frontale di iPhone sarà ancora più uniforme, rendendo il design più compatto, gradevole alla vista e piacevole al tatto.

Fino a oggi, le ultime generazioni di iPhone hanno visto inclusa una fotocamera frontale isolata sul pannello: poco ingombrante nelle versioni scure, sui melafonini bianchi si nota particolarmente. Inoltre il flash è solo posteriore, quindi non vi sono soluzioni di illuminazione per gli irriducibili dei selfie. Con il brevetto in questione, non solo il flash viene raddoppiato e inserito frontalmente, ma non vi sarà modo di notarlo. Non è però tutto: così come si evince dalla registrazione di Cupertino, quella fonte di illuminazione potrebbe fungere anche come LED di notifica, pensato per illuminarsi alla ricezione di un messaggio, per una chiamata persa e molto altro ancora.

Brevetto fotocamera e Flash di iPhone

Brevetto fotocamera e flash di iPhone (immagine: AppleInsider).

Il brevetto, tuttavia, non sembra ben spiegare come la griglia dell’audio non costituisca elemento di disturbo per le fotografie o la luce. Con molta probabilità, le maglie saranno sufficientemente larghe per non ostacolare il campo visivo dell’obiettivo né per generare zone d’ombra sul flash.

Così come già spiegato, il brevetto è stato sottoposto all’US Patent & Trademark Office nel febbraio 2013, ma non è detto che il sistema faccia la sua effettiva comparsa sugli iPhone del futuro. Apple, infatti, è solita registrare numerosi brevetti che non trovano poi applicazione in un dispositivo reale. Ormai già passato il treno di iPhone 6, non resta che attendere i melafonini che verranno lanciati nell’autunno del 2015.

Fonte: AppleInsider • Immagine: Apple • Notizie su: iPhone 6, , , ,