QR code per la pagina originale

OneNote Online, migliora il co-authoring

Due novità per OneNote Online: People Presence per vedere gli utenti che lavorano sullo stesso notebook e la sincronizzazione quasi in tempo reale.

,

Microsoft ha annunciato l’introduzione di nuove funzionalità per OneNote Online, il servizio cloud che permette di condividere tra diversi dispositivi le note conservate su OneDrive o Office 365. L’azienda di Redmond ha migliorato l’esperienza di co-authoring, aggiungendo la feature People Presence e la sincronizzazione quasi in real time.

OneNote Online viene usato soprattutto dalle aziende per condividere idee e progetti tra i vari team di lavoro, quindi è importante conoscere i nomi delle persone che stanno effettuando modifiche sullo stesso blocco appunti o sulla stessa pagina. La funzione People Presence mostra ora questa informazione nell’angolo superiore destro, indipendentemente dal client utilizzato. Come è noto, infatti, OneNote è uno dei servizi multi-piattaforma progettato da Microsoft. Da pochi giorni è disponibile anche la versione per Fire Phone/Kindle Fire.

La funzione People Presence in OneNote Online.

La funzione People Presence in OneNote Online.

Gli utenti che lavorano sullo stesso notebook hanno la necessità di vedere le modifiche apportate dagli altri. Microsoft ha quindi migliorato la sincronizzazione per mostrare i cambiamenti quasi in tempo reale. L’azienda di Redmond promette altre novità nei prossimi mesi. Nel frattempo, gli utenti possono inviare i propri suggerimenti sulle nuove funzionalità.

Attualmente, il servizio è accessibile tramite browser (OneNote Online) e sette app per Windows, Windows 8, OS X, Windows Phone, iOS, Android e Fire Phone/Kindle Fire. Microsoft è al lavoro su una versione ottimizzata per tablet Android che, probabilmente, verrà rilasciata insieme alla versione full touch di Office nel corso dell’autunno. Una nuova versione Modern è invece attesa per la primavera del 2015, quando arriverà sul mercato la suite touch per Windows (nome in codice Gemini). La versione per Windows Phone 8.1, infine, verrà aggiornata per integrare il supporto di Cortana.

Fonte: Microsoft • Via: ZDNet • Notizie su: ,