QR code per la pagina originale

Windows Live Messenger chiude per sempre

Anche gli utenti cinesi dovranno abbandonare WLM. Microsoft ha comunicato che il servizio verrà disattivato a fine ottobre. Skype sarà l'unico client IM.

,

Microsoft ha comunicato che, dopo 15 anni, Windows Live Messenger verrà definitivamente disattivato il prossimo 31 ottobre. In realtà, il servizio di messaggistica istantanea non è più accessibile in Italia (e in altri paesi) da diversi mesi, ma l’azienda di Redmond aveva concesso una proroga agli utenti cinesi. Ora anche in Cina l’unico client “made in Redmond” sarà Skype. Per incoraggiare il passaggio, Microsoft ha offerto 2 dollari di credito per le chiamate VoIP.

La prima comunicazione relativa all’imminente chiusura di Windows Live Messenger risale al 6 novembre 2012. La disattivazione del servizio è iniziata il 15 marzo 2013. La migrazione forzata da Windows Live Messenger a Skype è avvenuta tra l’8 aprile e il 30 aprile 2013. Fino a marzo 2014, era possibile accedere al network utilizzando un client di terze parti. L’ultima scadenza è quindi il 31 ottobre, dato entro la quale anche gli utenti cinesi dovranno scegliere Skype o una delle numerose alternative, compatibili anche con i sistemi operativi mobile.

MSN Messenger, nome originale del software prima del rebranding avvenuto nel 2006, è stato annunciato nel 1999. Dato che all’epoca il client di messaggistica più popolare era AIM di AOL, Microsoft aveva integrato in MSN Messenger il supporto per il servizio concorrente, dopo aver effettuato il reverse engineering del protocollo. AOL riuscì però a bloccare l’accesso, costringendo Microsoft ad implementare il proprio sistema di login .NET Passport, in seguito divenuto Windows Live ID e oggi Microsoft Account.

Nel corso degli anni successivi sono state aggiunte numerose funzionalità (emoticon, chiamate audio/video, messaggi offline, giochi, ecc.), è stato integrato il supporto per i social network (Facebook, MySpace e LinkedIn) ed è stata più volte rinnovata l’interfaccia utente per seguire il design delle varie edizioni di Windows. Con l’arrivo di WhatsApp, Facebook Messenger, Instagram, Viber, WeChat e app simili, gli utenti WLM sono praticamente scomparsi. È normale quindi che Microsoft abbia deciso di puntare tutto su Skype.

Windows Live Messenger è ancora incluso in Windows Live Essentials, ma funziona (per adesso) solo applicando la patch Messenger Reviver.

Fonte: Technode • Via: The Verge • Immagine: Congthinh • Notizie su: ,