QR code per la pagina originale

Tox, servizio di messaggistica criptato e P2P

Tox è un protocollo P2P che permette di comunicare in forma criptata e anonima. Esistono già i client per Windows, Linux, OS X e Android.

,

Il sito 4chan è conosciuto soprattutto per il suo database di immagini, incluse quelle rubate dagli account iCloud di alcune celebrity, ma è anche il luogo in cui è nato un nuovo servizio di messaggistica a prova di NSA. Alcuni membri del forum hanno già sviluppato una decina di client Tox che sfruttano la crittografia e un protocollo P2P per evitare eventuali intercettazioni da parte dei governi. L’obiettivo è realizzare un’alternativa a Skype.

In seguito alle rivelazioni di Edward Snowden, è stata avviata la progettazione di numerosi servizi di comunicazione online basati sulle più moderne tecnologie in grado di garantire la privacy degli utenti. Alcuni membri del sito 4chan hanno deciso di aprire una chat room per discutere sul progetto e hanno quindi creato un account su GitHub per condividere il codice open source. A differenza di Skype e di altri famosi software IM, Tox possiede un’architettura distribuita. Messaggi, chiamate vocali e chiamate video viaggiano in forma criptata attraverso un collegamento diretto tra gli utenti, senza server centrali.

Sebbene oggi siano disponibili diversi client, ognuno con le proprie funzionalità, quando sarà rilasciata la prima versione finale gli utenti potranno scaricare le versioni specifiche per ogni sistema operativo: µTox per Windows e Linux, qTox per OS X e Antox per Android. Al momento non è prevista un’app per iOS e Windows Phone. L’interfaccia di µTox è visibile nell’immagine in evidenza. Nella parte sinistra è presente l’elenco dei contatti, mentre a destra si trova la finestra delle conversazioni.

Quando l’utente effettua il download del client, viene creata una chiave crittografica pubblica (che può essere condivisa con chiunque) e una chiave crittografica privata (che viene memorizzata sul computer o sullo smartphone). Per aggiungere un amico alla lista dei contatti è sufficiente copiare la sua chiave pubblica. Attualmente, il software offre le funzioni base, ma è previsto a breve il supporto per le videochiamate di gruppo.

Tox sfrutta le librerie crittografiche NaCl, considerate lo stato dell’arte per quanto riguarda sicurezza, stabilità e prestazioni. Gli indirizzi IP del nodi P2P (i computer degli utenti) sono nascosti dall’onion routing, la stessa tecnologia usata da Tor per garantire l’anonimato sul web. Gli sviluppatori promettono che Tox rimarrà completamente gratuito e non mostrerà mai banner pubblicitari.

Fonte: Wired • Notizie su: