QR code per la pagina originale

Dyson 360 Eye, aspirapolvere robot con gli occhi

Il Dyson 360 Eye può calcolare la sua esatta posizione, creando una mappa della stanza in tempo reale. Ciò evita di pulire due volte la stessa zona.

,

16 anni e 47 milioni di dollari in ricerca e sviluppo. Questi il tempo e le risorse economiche investite dall’azienda inglese per realizzare il suo primo aspirapolvere robot, il Dyson 360 Eye. Oggi sono disponibili diversi robot che svolgono le funzioni analoghe, ma il 360 Eye è stato progettato per ridurre al minimo i consumi della batteria, evitando di pulire due volte la stessa zona. Ciò è possibile grazie ad un “occhio” situato al centro del coperchio superiore, in grado di vedere la stanza a 360 gradi.

Il Dyson 360 Eye integra una videocamera che vede l’intera camera in un colpo solo, scattando 30 immagini al secondo con un angolo di 45 gradi. Utilizzando complessi algoritmi matematici, trigonometria, geometria e teoria della probabilità, il robot crea una mappa della stanza in tempo reale e, con l’aiuto dei sensori ad infrarossi, può muoversi autonomamente evitando le zone già pulite. Dopo aver lasciato la base di ricarica, l’aspirapolvere effettua una triangolazione della sua posizione, raggiunge il centro della stanza e avvia la pulizia seguendo un percorso a spirale verso l’esterno.

I sensori ad infrarossi permettono di evitare ostacoli, come i piedi di tavoli e sedie, giocattoli o animali. Dopo aver pulito tutta la stanza, il 360 Eye ritorna alla sua base. Il cuore del robot è rappresentato dalla seconda versione del motore digitale cordless a 104.000 rpm, basato sulla tecnologia Radial Root Cyclone, che separa polvere e sporcizia. La spazzola che copre la larghezza del dispositivo usa setole in nylon e fibra di carbonio, in grado di rimuovere lo sporco da qualsiasi superficie.

Invece di normali ruote, il Dyson 360 Eye è dotato di cingoli (come un carro armato) che permette di superare ostacoli alti fino a 15 millimetri. Il serbatoio può raccogliere 0,4 litri di sporcizia. Una ricarica completa richiede tra 20 e 30 minuti. Le app per iOS e Android consentono all’utente di monitorare il funzionamento del robot e programmare la pulizia. Il 360 Eye sarà in vendita prima in Giappone nella primavera del 2015 ad un prezzo sconosciuto.

Fonte: Wired • Notizie su: