QR code per la pagina originale

ecobee3: un termostato smart con sensori WiFi

Un termostato per la regolazione automatica della temperatura nell'abitazione, con un'attenzione particolare al risparmio energetico: è il nuovo ecobee3.

,

Una delle prime aziende impegnate nella commercializzazione di dispositivi dedicati alle smart home fa in questi giorni il suo ritorno sul mercato, proponendo un nuovo termostato intelligente. Si chiama ecobee3 e, come ben comprensibile già dal nome, si tratta del device di terza generazione proposto dalla società omonima. Tanti i miglioramenti introdotti rispetto ai predecessori, riguardanti soprattutto le funzionalità offerte.

L’obiettivo è ovviamente quello di aiutare gli utenti nella regolazione della temperatura all’interno dell’abitazione. Il compito viene svolto in modo intelligente e con un’attenzione particolare al risparmio energetico: se nessuno si trova in casa, ad esempio, il device non attiva il riscaldamento, evitando così inutili sprechi con conseguente inquinamento e un aumento della bolletta. Inoltre, il termostato è in grado di rilevare in quali stanze è necessario intervenire, grazie all’interazione con appositi sensori wireless posizionati in vari punti della casa. Se fa freddo in camera da letto si andrà a scaldare quell’ambiente, mentre se fa troppo caldo l’impianto viene fermato.

Piena integrazione inoltre con i dispositivi mobile, per configurare il funzionamento di ecobee3 attraverso smartphone e tablet. Non manca nemmeno il supporto all’applicazione IFTTT, una delle più potenti e versatili quando si tratta di programmare il comportamento degli elementi di una smart home. Agli sviluppatori sono poi state messe a disposizione API per la creazione di software third party.

La commercializzazione prenderà il via negli Stati Uniti e in Canada il 29 settembre, al prezzo di 249 dollari, circa 190 euro al cambio attuale. Secondo l’azienda, il principale vantaggio offerto dal suo nuovo dispositivo rispetto alla concorrenza (Nest in primis) è rappresentato dal fatto che non richiede diverse settimane prima di funzionare al meglio delle sue capacità, in quanto non si tratta di un “learning thermostat”, ma di un prodotto capace di funzionare al meglio non appena acquistato.

Fonte: ecobee • Via: The Verge • Notizie su: