QR code per la pagina originale

iPhone 6: lunghe file agli Apple Store

Anche quest'anno si ripetono le tradizionali file davanti agli Apple Store per il lancio dei nuovi iPhone 6: i report dall'Australia agli USA e Canada.

,

L’usanza si è ripetuta puntuale anche quest’anno: centinaia di persone hanno affollato gli Apple Store, mettendosi religiosamente in fila, per il lancio di iPhone 6 e di iPhone 6 Plus. Il tutto accade in tutte quelle nazioni dove la nuova generazione di melafonini è disponibile da oggi – fra queste, l’Italia non è inclusa – offrendo un segnale più che positivo per Apple: la concentrazione di acquirenti e curiosi sembra essere più elevata del solito. Merito degli schermi più grandi e del design super-sottile, due fattori che starebbero facendo da traino alle vendite.

Come ogni anno, l’ormai tradizionale fila davanti agli Apple Store genera consensi e critiche. Mai come in questa tornata, però, l’accalcarsi davanti alle vetrine del negozio è stata una necessità per chi proprio non può attendere di mettere le mani su un nuovo iPhone 6: gli esemplari disponibili sono infatti limitati, mentre i preordini sono già completamente esauriti.

A inaugurare le danze ci ha pensato l’Australia, per ovvie ragioni di fuso orario, quest’anno per la prima volta compresa nelle fortunate nazioni inaugurali. Le file non sono mancate sin dalla notte precedente, anche se questa giornata verrà soprattutto ricordata per quel ragazzo che, desideroso di mostrare il suo iPhone 6 a onor di telecamera, l’ha lasciato cadere rovinosamente al suolo.

Grande concentrazione di persone anche a Hong Kong, in particolare al centro commerciale Tsim Sha Tsui, dove in molti si sarebbero accalcati sin dalle prime ore dell’alba. Stando ad alcuni report locali, parte dei visitatori avrebbe già rivenduto gli smartphone a compratori cinesi, dove iPhone 6 non è ancora disponibile. Passando all’Europa, invece, stupisce la lunga fila nei pressi dell’Apple Store di Covent Garden – in quel di Londra – tanto da rendere necessarie transenne e addetti alla sicurezza.

In Canada e negli Stati Uniti, infine, la vendita dei nuovi dispositivi targati mela morsicata è cominciata da poche ore. Come lecito attendersi, negli USA si sono registrate le file più corpose, soprattutto all’Apple Store 5Th Avenue di New York dove alcuni utenti campeggiavano già da giorni. L’arrivo dei melafonini, come degna conclusione di questa giornata, è stato inaugurato con l’ormai classico countdown degli Apple Genius, nonché con gadget e magliette.