QR code per la pagina originale

Nissan Pulsar: prova su strada e test tecnologico

Due giorni di prova su strada per testare la Nissan Pulsar, la nuova berlina 5 porte dedicata alla famiglia e disponibile a partire da ottobre.

,

Nissan ha una storia recente di successo nel panorama delle family car. Basti pensare a modelli quali Qashqai, X-Trail, Juke e Note, con i quali ha ottenuto grandi soddisfazioni nel pur popolato e complesso segmento C. Ora, è il momento della nuova Nissan Pulsar, una berlina 5 porte pensata esclusivamente per l’Europa e dedicata alla famiglia, dunque una vettura assolutamente pratica e funzionale, dal costo accessibile.

Il risultato è una macchina che, prendendo ispirazione dall’innovazione e dalla tecnologia già introdotte negli altri modelli Nissan, combina linee dinamiche, generosi spazi interni, un sistema intuitivo per l’infotainment quale il NissanConnect e le tecnologie per la sicurezza di guida del Nissan Safety Shield.

Galleria di immagini: Nissan Pulsar, le foto

Design e comfort

La nuova Pulsar riprende la tipica griglia a V di Nissan, da cui partono curve marcate e un profilo filante, con passaruota corposi e un aspetto nel complesso muscoloso, dimostrando di ereditare in parte il DNA della Qashqai e dell’X-Trail. A questo si aggiungono il look sportivo dei paraurti, i cerchioni da 17” e la dotazione di fari a LED. Nel complesso, non colpisce forse per originalità, ma risulta senz’altro gradevole e funzionale.

L’abitacolo è caratterizzato da un design sobrio, ma al contempo elegante, e da un’ampia visibilità in tutte le direzioni. Quel che più colpisce è, però, la spaziosità: nonostante i 4,3 metri di lunghezza, la Nissan Pulsar ha infatti un passo di 2,7 metri, che favorisce lo spazio a disposizione degli occupanti sia davanti che dietro. Tutto ciò non ha comunque comportato rinunce nemmeno nel volume del bagagliaio, che va dai 385 ai 1.395 litri.

Nissan Safety Shield

Già disponibile nei modelli Note, Juke, Qashqai e X-Trail, il sistema di sicurezza per la prevenzione degli incidenti e la protezione degli occupanti dell’abitacolo Nissan Safety Shield fa parte anche della proposta Pulsar. Composto da un massimo di sette opzioni, nella nuova Pulsar comprende quattro tecnologie: frenata di emergenza in caso di ostacoli improvvisi (Forward Emergency Breaking), avviso di invasione involontaria di corsia (Lane Departure Warning), rilevamento dei veicoli in avvicinamento negli angoli ciechi (Blind Spot Warning) e assistenza nelle manovre di parcheggio con la rilevazione di oggetti o persone in movimento (Moving Object Detection).

Inoltre le versioni top della Pulsar sono dotate, o possono essere dotate, dell’Around View Monitor, un sistema che proietta una visuale della vettura a 360° sul display post sulla consolle dell’auto per facilitare le manovre.

NissanConnect

La nuova Pulsar include anche l’intuitivo sistema di infotainment NissanConnect di seconda generazione, già presente su altre vetture Nissan. In grado di interfacciarsi con smartphone Android e iOS tramite apposita app è dotato di touchscreen TFT a colori da 5 pollici, che visualizza i principali parametri di viaggio, le indicazioni sul percorso del sistema di navigazione con annunci sul traffico, la radio e i contenuti audio del lettore CD o di un altro riproduttore collegato tramite presa AUX-IN, USB o via Bluetooth DLNA.

Inoltre dà accesso alle impostazioni del Safety Shield ed è controllabile agevolmente anche in marcia, grazie ai pratici comandi posti sul volante.

Motorizzazioni

Al debutto la nuova Nissan Pulsar avrà solo due motorizzazioni, entrambe turbocompresse e mirate al bilanciamento fra efficienza e performance: un motore a benzina DIG-T da 1,2 litri e 115 CV di potenza e un’unità diesel dCi 1.5 da 110 CV.

Entrambi i propulsori Renault-Nissan sono equipaggiati di serie con cambio manuale a sei rapporti, ma l’unità benzina può essere accoppiata alla trasmissione automatica a variazione continua Nissan Xtronic, ed entrambi sono omologati come Euro 5 (per il passaggio a Euro 6 bisognerà attendere il 2015) con emissioni di CO2 inferiori a 95 g/km.

Il prossimo anno si aggiungerà anche un motore 1,6 litri turbo benzina da 190 CV.

La prova su strada

La scelta razionale dei progettisti Nissan si riflette anche nella sensazione di guida. Messa alla prova sulle strade che costeggiano la costa catalana in una due-giorni ad essa dedicata, la nuova Pulsar è apparsa stabile e in grado di restituire una sensazione di sicurezza e comfort tanto al guidatore quanto ai passeggeri.

Ovviamente, non è una macchina nata per essere spinta al massimo, tuttavia durante la prova su strada ogni manovra è risultata morbida e il comportamento sempre preciso nelle traiettorie e nella tenuta, anche su percorsi pieni di curve. Oltre che all’assetto, il merito va anche dell’Active Trace Control (Controllo Attivo di Percorrenza) con micro breaking, che interviene come autobloccante in congiunzione con l’impianto frenante e l’ESP.

Il Blind Spot Warning è stato sempre preciso ed efficace nel segnalare la presenza di altri veicoli ai lati della vettura e il Forward Emergency Breaking ha letteralmente sventato una collisione con un camion che ha inchiodato in un tratto urbano.

Infine, la seduta del guidatore è alta, le sospensioni sono mediamente rigide per favorire la stabilità, ma ampiamente confortevoli, e la visuale è ottima su tutti i lati.

Dal concessionario

La nuova Nissan Pulsar sarà disponibile dal concessionario a partire da ottobre ed è già ordinabile. Costruita nello stabilimento Nissan di Barcellona, uscirà in tre allestimenti, dalla base al top di gamma, come da tradizione della casa giapponese: Visia, Acenta e Tekna.

I prezzi partono da € 17.900 per la Nissan Pulsar 1.2 DIG-T 115 Visia per arrivare a € 24.350 euro della Nissan Pulsar dCi 110 Tekna. A questo si aggiunge, per il livello intermedio, il Teck Pack a € 1.650 euro (NissanConnect con diplay touch da 5,8″, radio DAB, Around View Monitor, Safety Shield e specchietti esterni ripiegabili elettricamente) e il Design Pack a € 650 euro (cerchi in lega da 17″, vetri posteriori oscurati e bracciolo anteriore scorrevole) di serie solo nella versione Tekna.

Notizie su: