QR code per la pagina originale

Blizzard cancella Titan dopo 7 anni di sviluppo

Dopo ben 7 anni di sviluppo, Blizzard ha ufficialmente cancellato Titan, annunciato come il più ambizioso MMO mai creato. Al team mancava la passione.

,

Blizzard ha deciso di cancellare il progetto Titan dopo ben sette anni di sviluppo. Finisce così l’epopea di uno dei titoli teoricamente più promettenti degli ultimi anni ma sicuramente molto travagliato, contrassegnato da numerosi rinvii e da un ritorno alla fase di progettazione.

Originariamente pensato come «il più ambizioso MMO che si possa immaginare», lo scorso anno Blizzard decise di rivalutare completamente il progetto ma quanto accaduto negli anni precedenti ha demotivato il team e annullato l’entusiasmo che vi era per tale videogioco. Durante un’intervista concessa a Polygon, il co-fondatore e CEO di Blizzard Mike Morhaime ha ribadito che la propria software house non ha mai ufficialmente annunciato Titan, nonostante ne abbia parlato considerevolmente negli ultimi 7 anni.

«Abbiamo creato World of Warcraft e avevamo grande fiducia nella possibilità di realizzare altri MMO», ha detto Morhaime. «Così abbiamo cercato di concretizzare il progetto più ambizioso di sempre per il nostro team, ma le cose non sono andate come volevamo. (…) Non c’era il divertimento, non c’era la passione. Abbiamo pensato di effettuare un periodo di rivalutazione e abbiamo concluso che quel gioco non era ciò che volevamo davvero fare».

Chris Metzen, vice presidente senior della blasonata software house, ha definito la decisione di annullare Titan come «straziante» e il CEO si è dichiarato d’accordo. «È sempre molto, molto difficile prendere questo tipo di decisioni. È stato difficile quando abbiamo cancellato Warcraft Adventures. È stato difficile quando abbiamo cancellato StarCraft Ghost. Ma ciò ha sempre portato a un lavoro di miglior qualità». Aggiunge Metzen che «sapere quando smettere è importante. Stavamo perdendo la prospettiva e ci stavamo perdendo. Abbiamo dovuto permettere a noi stessi di fare quel passo indietro e rivalutare il perché stavamo facendo inutilmente quella cosa, in primo luogo».

Gli sviluppatori impiegati in Titan attualmente sono stati smistati in altri progetti futuri della compagnia. Il videogame dunque non arriverà mai sugli scaffali dei negozi, ma in futuro Blizzard si riserva la possibilità di creare un nuovo MMO: «non direi mai di no per fare di nuovo un MMO», ha dichiarato il CEO della compagnia, «ma posso dire che in questo momento non è dove vogliamo spendere il nostro tempo».

Fonte: Polygon • Via: Kotaku • Notizie su: