QR code per la pagina originale

Surface Pro 3 ottiene il brevetto di volo

La FAA e la EASA permettono ora alle compagnie aeree di utilizzare il Surface Pro 3. I piloti possono sostituire così tutta la documentazione cartacea.

,

Microsoft ha annunciato che il Surface Pro 3 può essere utilizzato dai piloti come EFB (Electronic Flight Bag). Le autorizzazioni concesse dalla Federal Aviation Administration (FAA) e dalla European Aviation Safety Agency (EASA) consentono di sostituire tutta la documentazione cartacea con le corrispondenti copie digitali. Circa un anno fa, la Delta Airlines aveva deciso di usare 11.000 Surface 2, nonostante le proteste di alcuni piloti che avrebbero preferito un iPad.

Attualmente, sui voli commerciali viene utilizzato un kit che contiene le carte di navigazione e i materiali di riferimento dell’aereo. Si tratta di una quantità di carta che può raggiungere i 15 Kg di peso. Le compagnie aeree hanno stimato che l’uso di un EFB (un tablet in questo caso) permette di risparmiare almeno 1,2 milioni di dollari all’anno in carburante. Oltre all’archiviazione digitale della documentazione tecnica, un dispositivo mobile può offrire altre funzionalità, come le informazioni di volo in tempo reale.

Prima di ricevere il “brevetto”, il Surface Pro 3 ha dovuto superare i rigorosi e lunghi test richiesti dalle normative vigenti. navAero ha realizzato un accessorio che permette di fissare il tablet nella cabina di pilotaggio. Utilizzando lo stesso connettore della Docking Station, è possibile collegare il dispositivo all’elettronica dell’aereo, dalla quale riceve alimentazione e dati. Oltre alla documentazione, i piloti possono vedere informazioni su tempo, vento e turbolenze sul display da 12 pollici.

Jeppesen ha invece sviluppato l’app FliteDeck Pro per Windows 8.1 che visualizza le carte di navigazione e altre informazioni in modalità side-by-side, sfruttando le funzionalità Snap View del sistema operativo Microsoft.

Galleria di immagini: Microsoft Surface Pro 3, le foto