QR code per la pagina originale

All’IF2014 si parla di cibo e sostenibilità

All'Internet Festival un'area green sul futuro sostenibile. Speaker ed esperienze vicine al tema dell'Expo 2015.

,

Esiste una via italiana alla green economy? Se c’è, sicuramente la si troverà all’Internet Festival di Pisa, che alla Rural Social Innovation dedica quest’anno un’area specifica, “Go Green”, dove grazie a diversi appuntamenti si rifletterà sulla Rete come motore di sviluppo di nuovi modelli di business, di produzione e di lavoro in ambito agricolo e alimentare.

Il food è teso come pochi altri settori tra tradizione e innovazione, e nell’area dell’#IF2014 si succederanno speaker come Kirsten Larsen, Don Pasta Selecter, Adam Ardvisson, Alex Giordano, Raffaele Mauro, che consentiranno al festival pisano di superare la questione del mero prodotto verde, per andare verso lo sviluppo di una nuova cultura del food che concili le due tensioni. Al centro di un programma che coinvolgerà esperti del settore, ospiti internazionali e food startupper.

Il programma

Il festival di Pisa si terrà dal 9 al 12 ottobre, gli eventi legati a cibo e sostenibililità sono concentrati nei due giorni centrali con l’intervento di apertura dedicato alla Social Innovation applicata al contesto agroalimentare, a cura di Alex Giordano, il 10 ottobre alle 10. Questi gli altri appuntamenti in programma.

#hackingfoodsystem. Il food come bene comune (10 ottobre, 10.30-11.40). Il cibo non come una commodity, ma come perno centrale delle attività umane. Quali sono gli approcci innovativi che consentono di rivedere i sistemi di produzione del cibo? E quale è il senso dell’alimentazione come primo passo per un futuro sostenibile? Con Cheryl A. Clements, The SoulFood e Nick Difino come moderatore.

#nextfood. Il food tra tradizione e innovazione (10 ottobre, 11.50-13.10). Tutte le grandi tradizioni sono state delle grandi innovazioni. C’è la possibilità di fare innovazione nella filiera agroalimentare senza mettere a rischio ulteriormente la salute. Come ci aiutano le nuove tecnologie? Ne discuteranno Daniel Grover, Flavia Giordano e Lorenza Dadduzio di Cucina Mancina.

#smartrurality. Il food: innovazione e social media (10 ottobre, 15.00-15.30). Dare connessione alle aree interne e rurali significa dare la possibilità di far emergere scelte di vita diverse, operate da giovani che hanno scelto di tornare alla terra. In questa ottica il digital storytelling fa diventare le aree interne e rurali elemento critico per ripensare la modernità. Protagonista dell’incontro Kirsten Larsen, introdotta da Lorenzo Quarello.

#ruralsocinn. Il cibo proviene dalla terra e non solo da un fornello (10 ottobre, 15.40-16.40). Dai foodblogger ai foodmaker: l’homo sapiens ritrova l’homo faber. Rimettere al centro il valore, tangibile e intangibile, del cibo e la cultura necessaria alla sua produzione. Con Carmelo Troccoli, Donpasta Selecter, Communika Food. Modera Giorgio Dracopulos.

#openfood. Cibo, trasparenza e Big Data (10 ottobre, 17.00-18.00). Nell’era dei Big Data ogni prodotto agroalimentare è un hub per milioni di informazioni che, se ben gestite, possono migliorare le condizioni ambientali, così come la salute del singolo cittadino. Chi e come controlla queste informazioni? Dall’esigenza di un’etichettatura trasparente alla necessità di regolamentare i Big Data. Con Tristan Copley Smith, Pietro Giordano. Modera Adam Ardvisson.

Le tavole di lavoro (11 ottobre, 09.30-13.00) Le tavole di lavoro di #openfoodacademy: 5 workshop tematici per discutere a tempo di record e in maniera collaborativa 30 punti programmatici da condividere per ripensare il futuro del cibo e le sfide lanciate da Expo2015. In collaborazione con (e presso) i ristoranti “La Pergoletta”, “Il fantasma dell’opera”, “Osteria Bernardo”, “Ir’ tegame”.

FoodStartup. Verso un modello mediterraneo di acceleratore (11 ottobre, 15.00-16.15). Nell’epoca dell’innovazione tech-based il modello delle startup non si sposa bene con la realtà produttiva italiana fatta di artigiani, maker e piccole aziende diffuse sul territorio. Come creare un ecosistema florido per queste realtà? E se al posto di un acceleratore d’impresa avessimo bisogno di un rallentatore d’impresa? Con Raffaele Mauro, Damiano Petruzzella, Agostino Riitano. Modera Barbara Carfagna.

#Re-expo. Ripensare alle sfide di Expo2015 (11 ottobre, 16.20-17.45). Presentazione della Policy Paper prodotta dalle 5 tavole di lavoro della #openfoodacademy. Cinquanta giovani innovatori presentano i risultati delle tavole di lavoro mattutine. Gli argomenti introdotti saranno spunti da cui partire per un confronto aperto sul futuro del cibo e sul valore delle filiere agroalimentari e sulle innovazioni che possono migliorare la produzione ed il consumo alimentare. Con Adam Ardvisson, Maria Letizia Gardoni e Barbara Carfagna.

Fonte: Webnews • Immagine: shutterstock • Notizie su: , ,