QR code per la pagina originale

Google: un campus a Madrid per le startup

Google annuncia l'apertura di un campus dedicato alle startup nella città di Madrid, che andrà ad aggiungersi a quelli già attivi a Londra e Tel Aviv.

,

L’avventura di Google ha preso il via nella seconda metà degli anni ’90 all’interno di un garage. In meno di due decenni il gruppo di Mountain View ha saputo trasformarsi in una delle più importanti realtà della grande Rete, ma senza dimenticare le proprie radici. Per questo motivo continua il suo impegno per il sostegno delle startup che desiderano sviluppare idee e concept innovativi, attraverso iniziative di vario tipo, come l’apertura dei Campus dedicati ai giovani talenti.

Si tratta di spazi messi a disposizione in modo del tutto gratuito a coloro che hanno un progetto da far nascere e crescere, dove poter testare le proprie idee e condividerle. Un luogo dove apprendere le dinamiche che regolano il mondo hi-tech direttamente dai protagonisti del settore, già attivo da qualche tempo a Londra e Tel Aviv, dove secondo il motore di ricerca sono stati creati 570 nuovi posti di lavoro. La nuova location scelta da bigG per l’apertura di un campus è Madrid, come annunciato oggi con un post comparso sulle pagine del blog ufficiale europeo.

Oggi siamo felici di annunciare il Campus di Madrid, un nuova casa per l’innovazione in Spagna. I Campus sono spazi dove gli imprenditori possono apprendere, connettersi e costruire le aziende che cambieranno il mondo. Nei Campus gli imprenditori possono accedere a tutor e training delle startup locali, impresari con esperienza e personale di Google.

Un incontro formativo al Google campus di Tel Aviv

Un incontro formativo al Google Campus di Tel Aviv

L’iniziativa Google Campus messa in campo dal gruppo di Mountain View si espanderà in futuro anche in Corea del Sud, Polonia e Brasile. Nessuna informazione, purtroppo, è al momento disponibile per quanto riguarda progetti simili destinati al nostro paese, dove però il motore di ricerca è già attivo da tempo con una piattaforma a sostegno del made in Italy.

Fonte: Google Europe Blog • Notizie su: