QR code per la pagina originale

Le novità di Android 5.0 Lollipop

Debutto ufficiale per Android 5.0 Lollipop, il nuovo sistema operativo mobile di Google, lanciato ieri con i dispositivi Nexus 6, Nexus 9 e Nexus Player.

,

Con i nuovi Nexus 6Nexus 9 e Nexus Player ha fatto ieri il suo debutto ufficiale anche il sistema operativo Android 5.0 Lollipop, Una release il cui obiettivo principale è quello di uniformare, grazie al Material Design, l’esperienza offerta agli utenti su qualsiasi tipologia di dispositivo: dagli smartphone ai tablet, dai piccoli display degli smartwatch ai pannelli di grandi dimensioni delle TV, come già visto con la Developer Preview rilasciata in occasione dell’evento I/O 2014.

Le differenze rispetto alle versioni precedenti balzano subito all’occhio fin dal primo avvio. Cambiano il look dell’interfaccia, la modalità di gestione delle notifiche, i Quick Settings per l’impostazione veloce dei parametri (WiFi, Bluetooth ecc.) e le informazioni visualizzate nella schermata di blocco. Le variazioni non riguardano solamente l’aspetto della piattaforma e le sue funzionalità, ma anche le prestazioni. L’obiettivo del runtime system ART (che sostituisce Dalvik) è quello di sfruttare al meglio la potenza di calcolo e l’autonomia compie un significativo passo in avanti grazie all’impiego delle tecnologie Project Volta e Battery Historian. Tutto questo senza contare il supporto all’architettura 64-bit di processori come il Tegra K1 di NVIDIA equipaggiato al Nexus 6.

Nel mettere a punto il nuovo sistema operativo Google non ha tralasciato la questione sicurezza. L’implementazione della crittografia garantisce la tutela dei dati personali in caso di smarrimento o furto del dispositivo, l’utilizzo di SELinux per tutte le applicazioni offre un livello di protezione maggiore contro vulnerabilità e malware, mentre Smart Lock consente di accoppiare un device con il proprio smartwatch o addirittura l’automobile per lo sblocco.

A tutto questo si aggiungono la gestione multi-utente anche su smartphone, una modalità Ospite che permette di cedere il proprio dispositivo ad altri senza timori per le informazioni personali, una migliorata riproduzione dei contenuti multimediali, la compatibilità nativa con i formati fotografici YUV e RAW e la possibilità di utilizzare il comando vocale “OK Google” anche a schermo spento (non su tutti i modelli).

Android 5.0 Lollipop sarà ovviamente preinstallato sui nuovi Nexus presentati ieri, mentre per quanto riguarda gli altri smartphone e tablet gli aggiornamenti ufficiali prenderanno il via nelle prossime settimane. Nel frattempo, anche la statua ufficiale della nuova release ha fatto la sua comparsa al quartier generale di Google.