QR code per la pagina originale

nVidia Shield: hands-on approfondito

nVidia Shield è un tablet nato per gli hardcore gamer ma in grado di offrire un’esperienza soddisfacente in ogni altro ambito.

,

Il talet nVidia Shield è stato uno dei più attesi di questo 2014, soprattutto dagli appassionati di videogiochi, che aspettavano un dispositivo nato per il mobile gaming, ma anche in grado di interfacciarsi con un controller esterno e il televisore domestico in modalità wireless, trasformandosi così in una console portatile.

Già analizzando le ricche specifiche tecniche (processore Tegra K1 quad-core da 2,2 GHz e con GPU a 192 core, schermo IPS LCD da 8” e 1.920×1.200 pixel, 2 GB di RAM, memoria interna da 16 GB per la versione Wi-Fi e e 32 GB per quella LTE, espandibili sino a 128 GB tramite scheda microSD, sensori a nove assi) si capisce che il dispositivo nVidia è in grado di ritagliarsi uno spazio nell’affollata arena dei tablet, anche al di fuori della nicchia degli hardcore gamer.

Hardware

Il design punta tutto alla massima solidità e portabilità, con uno chassis metallico compatto – 221x126x9,2 mm – e un peso contenuto in 390 grammi. La parte frontale è dominata dallo schermo, fiancheggiato in modalità orizzontale – quella dell’utilizzo primario di nVidia Shield – dalle griglie degli altoparlanti stereo PureAudio. Ne consegue che l’ingombro sale leggermente, a tutto vantaggio però di un maggiore coinvolgimento nell’esperienza multimediale e videoludica.

Un’altra particolarità è la doppia fotocamera, anteriore e posteriore, con identica risoluzione di 5 megapixel e funzione HDR (la posteriore anche con Autofocus, ma senza flash). Questa scelta è fondamentale per accompagnare le proprie sessioni di gioco con la trasmissione in streaming della propria sessione di gioco, tramite il servizio Twitch.tv.

Nel complesso, il design è curato, con dettagli raffinati come il vano per ospitare lo stilo DirectSylus 2 su un lato lungo, e i due slot per agganciare la cover opzionale sull’altro.

In fatto di espandibilità non sembra mancare nulla: slot microSD, eventuale vano per scheda dati 4G/LTE, uscita audio, porte microUSB 2.0 e miniHDMI. Anche senza la cover, il rivestimento superficiale del lato posteriore assicura un buon grip.

A fronte di una soglia di acquisto di 299,99 euro per il modello Wi-Fi (379,99 per 4G/LTE e Wi-Fi), si rimane piacevolmente sorpresi da un tablet che, per design e dotazione, sembra appartenere a una fascia di prezzo ben superiore.

Accessori

Per sfruttare tutte le potenzialità del tablet nVidia Shield servono due accessori, la cover, che rende la presa in mano ancora più solida e sicura, e il controller wireless per liberarne tutte le potenzialità in ambito ludico.

Così Shield smette di essere un tablet normale e diventa un vero e proprio sistema di gioco portatile. La prima permette di sostenere il tablet su una scrivania o un tavolo, con tre angolazioni, in base all’utilizzo che se ne sta facendo: gioco, riproduzione video, o navigazione Web. La cover è ben agganciata grazie ai due magneti laterali, che contribuiscono anche a mantenerla ferma sul retro quando, ad esempio, lo teniamo in mano per leggere un libro o consultare un profilo social.

Shield Tablet Cover costa 29,99 euro, con la spesa giustificata dall’utilità e dalla qualità dei materiali e delle finiture: poliuretano con rivestimento interno in microfibra, chiusura magnetica, attivazione/disattivazione dello schermo all’apertura/chiusura.

Lo Shield Wireless Controller, venduto a 59,99 euro, permette di spingere al massimo le potenzialità ludiche di nVidia Shield. Riproduce il design tradizionale di un joypad, con tutti i comandi a disposizione nella posizione e con la dimensione che ci si aspetta, oltre a un mini touchpad centrale per controllare il tablet. Il design compatto ed ergonomico integra anche un microfono per la ricerca vocale, un jack per auricolari stereo e i tasti per alzare/abbassare il volume.

Il controller si collega al tablet con una connessione Wi-Fi Direct, dalla latenza ridotta a 20 ms e un flusso dati molto più alto di quello altrimenti garantito dallo standard Bluetooth, a tutto vantaggio di una soddisfacente esperienza di gioco.

Ci sono alcuni dettagli che rischiano di passare in secondo piano, come la trasmissione dell’audio dal tablet al controller, per utilizzare le cuffie collegate a quest’ultimo, potendo contare sia su un set di auricolari con microfono sia su quello altrimenti presente sull’interfaccia di gioco, per tutti quei titoli che abilitano i comandi vocali o comunque la comunicazione con altri giocatori nelle partite multiplayer.

Il tablet nVidia Shield supporta sino a quattro joypad collegati per il gioco multiplayer, trasformandosi così in una vera e propria console quando è connesso al televisore domestico.

Software

Basato sulla versione 4.4.2 di Android, integra alcune app addizionali studiate per la migliore esperienza videoludica possibile. Si parte con GameStream per lo streaming dal PC equipaggiato con schede nVidia GeForce GTX allo schermo del tablet, e si arriva a Shield Hub, passando per il controllo delle connessioni wireless e la gestione dello stilo.

Shield Hub non è altro che il nuovo nome di Tegra Zone, ora un portale più utile e fruibile, abilitando l’accesso non solo i giochi ottimizzati per la CPU/GPU Tegra K1 ma anche a tutte le informazioni relative al mondo nVidia. È inoltre possibile aggiungere scorciatoie ad app non necessariamente relative al gioco, così come accedere allo store online per acquistare prodotti e accessori compatibili con il tablet.

Sono preinstallate anche le app Dabbler, per il disegno/pittura sfruttando lo stilo DirectStylus 2, e il titolo Trine 2: Complete Story, uno degli 11 ottimizzati per nVidia Shield, tra cui spicca un classico come Half Life 2.

Esperienza ludica e multimediale

Il tablet è stato testato con il solo controller wireless collegato, giocando sfruttando il suo display, e anche abilitando la trasmissione video a un più ampio schermo televisivo.

Lo streaming video è efficace, la connettività Wi-Fi è di altissimo livello riuscendo a gestire con efficacia sia il joypad sia un flusso in risoluzione Full HD. Il tablet è compatibile anche con la trasmissione video in risoluzione 4K, su TV compatibili e comunque utilizzando il cavo HDMI.

L’esperienza ludica è nel complesso soddisfacente, i lag nella risposta sono realmente impercettibili e si avvertono rallentamenti solo ed esclusivamente in presenza di scene particolarmente complesse per numero di poligoni ed effetti di luce visualizzati.

Lo schermo è luminoso, contrastato, dai colori vivaci e dettagliato. Tutto questo, insieme a un comparto sonoro di qualità, porta l’esperienza multimediale a un livello difficilmente raggiungibile anche per tablet di classe superiore. Soltanto lo schermo da “soli” 8 pollici appare superato in un mondo che punta tutto a diagonali intorno ai 10”, dall’ingombro leggermente superiore e una portabilità comunque molto buona.

È da apprezzare anche lo stilo, sia per prendere note tramite la app Evernote preinstallata, sia per il disegno e la pittura, potendo contare su una grande precisione e un’elevata sensibilità nella pressione.

Non si può che concludere affermando che, dopo un primo ma comunque approfondito approccio, questo nVidia Shield si presenta come un tablet realmente versatile e ben costruito, corredato di una serie di accessori utili e all’altezza delle attese, e offerto a un prezzo concorrenziale.