QR code per la pagina originale

Android 5.0 Lollipop: gli aggiornamenti Motorola

Motorola pubblica una pagina in cui trovare tutte le informazioni in merito agli aggiornamenti che porteranno Android 5.0 Lollipop sui propri smartphone.

,

Nelle scorse settimane, subito dopo l’annuncio ufficiale di Android 5.0 Lollipop da parte di Google, Motorola ha dichiarato di essere al lavoro sullo sviluppo degli aggiornamenti che porteranno il sistema operativo sui propri dispositivi già in commercio. Il produttore dell’Illinois non ha svelato però alcuna tempistica, confermando in modo piuttosto generico che gli update arriveranno entro la fine dell’anno in corso.

L’azienda, avendo realizzato il phablet Nexus 6 per il gruppo di Mountain View, ha già avuto la possibilità di lavorare a stretto contatto con la piattaforma per mesi, dunque l’attesa potrebbe essere breve. Oggi la società torna sull’argomento, pubblicando una pagina in cui è riportato l’elenco completo degli smartphone che accoglieranno Lollipop, purtroppo ancora una volta senza specificarne la data.

La prossima generazione di Android, la versione 5.0 Lollipop, è attualmente in fase di sviluppo. Non appena sarà rilasciata ci metteremo al lavoro, anche in collaborazione con i nostri operatori partner, in modo da metterla a vostra disposizione. I nostri attuali piani di aggiornamento a Lollipop includono i seguenti prodotti. L’elenco evolverà nel tempo, quindi tornate su questa pagina per vedere i cambiamenti.

I modelli interessati sono Moto X (prima e seconda generazione), Moto G (prima e seconda generazione, anche in versione 4G-LTE), Moto E, Droid Ultra, Droid Maxx e Droid Mini. In attesa di informazioni ufficiali è possibile ipotizzare un rilascio dei primi aggiornamenti giù entro le prossime settimane o al più tardi verso inizio dicembre, ovviamente in modalità OTA. Come già detto, la partnership tra Motorola e il motore di ricerca dovrebbe aver dato al produttore la possibilità di prendere confidenza con la piattaforma con largo anticipo rispetto ai concorrenti, in modo da implementarne le novità (in primis il Material Design per l’interfaccia) nei dispositivi già sul mercato.