QR code per la pagina originale

Office per Mac 2015, primi dettagli sulla suite

Una presentazione interna descrive le principali caratteristiche di Office per Mac 2015. Una beta pubblica sarà disponibile entro fine anno.

,

Emergono le prime informazioni sulla prossima versione della suite compatibile con il sistema operativo Apple. Il sito cinese CnBeta ha pubblicato alcune slide di una presentazione interna che illustrano brevemente le principali novità di Office per Mac 2015. Leggendo la pagina che descrive la timeline, si deduce che il lancio della suite è previsto per il primo trimestre 2015. Trova quindi conferma l’indiscrezione trapelata questa mattina.

La storia di Office per Mac inizia nel 1989, un anno prima della corrispondente versione per Windows. In precedenza, le tre applicazioni (Word, Excel e PowerPoint) erano disponibili separatamente. Successivamente sono arrivate Office 98, 2001, X, 2004, 2008 e 2011. Negli ultimi tre anni, la versione 2011 ha ricevuto tre Service Pack e diversi aggiornamenti minori. Le aree principali di Office per Mac 2015, in cui Microsoft investirà maggiori risorse, sono l’interfaccia utente, le funzioni enterprise di Outlook e l’integrazione con i servizi cloud. OneNote per Mac, l’applicazione più recente, è già stata rilasciata in forma gratuita nel mese di marzo.

La prossima versione della suite avrà un aspetto molto simile ad Office per Windows. Verrà completamente riprogettata l’interfaccia grafica (Ribbon inclusa), aggiunto il supporto per i display Retina e incluse tutte le feature presenti in Office 2013. L’utente noterà quindi poche differenze nel passaggio tra i due sistemi operativi. Il numero maggiore di modifiche sembra riguardare Outlook. Microsoft integrerà il supporto per gli archivi online, le previsioni del tempo nei calendari, le email push e la sincronizzazione delle categorie.

Office per Mac 2015 verrà integrata con Office 365, OneDrive e SharePoint, offrirà nuovi strumenti di collaborazione e semplificherà l’accesso ai documenti, indipendentemente dal dispositivo usato per crearli. Il lancio della suite è previsto per l’inizio del 2015, ma entro fine anno verrà rilasciata una beta pubblica.