QR code per la pagina originale

Gmail, Calendar e Inbox si aggiornano su Android

Ha preso ufficialmente il via il rilascio degli aggiornamenti che portano le app Gmail e Google Calendar alla versione 5.0 sui dispositivi Android.

,

È ormai tutto pronto per il lancio di Android 5.0 Lollipop. La nuova piattaforma mobile “made in Google” debutta in questi giorni sui più recenti dispositivi della linea Nexus, per poi arrivare successivamente su alcuni dei modelli top di gamma commercializzati nel corso dell’anno. Il gruppo di Mountain View si è preparato al meglio in vista del lancio, aggiornando una lunga serie di applicazioni relative ai propri servizi.

Gmail

Oggi tocca a Gmail, che passa alla versione 5.0 già avvistata nelle scorse settimane. Il rollout dell’update ha già preso il via e dovrebbe raggiungere la totalità degli utenti entro breve. Chi non vuole attendere il download automatico può fin da subito scaricare e installare in modo del tutto gratuito il file APK messo a disposizione dalla sempre attiva redazione del sito Android Police. Le novità principali sono due: un completo restyling dell’interfaccia sulla base delle linee guida dettate dal Material Design e la possibilità di gestire più account all’interno di una stessa casella.

Google Calendar

Update anche per Google Calendar, che oltre ad un’interfaccia completamente inedita accoglie alcune nuove funzionalità, illustrate nel dettaglio sul blog ufficiale di bigG. Tra questa l’estrazione automatica delle informazioni sugli appuntamenti dalla posta ricevuta nella casella Gmail, la tecnologia Assists per la creazione guidata che suggerisce titoli, contatti, luoghi o numeri di telefono e infine l’inclusione di fotografie e mappe nella UI, per rendere il tutto più piacevole da vedere e consultare.

Inbox

Piccolo aggiornamento anche per Inbox, la nuova app dedicata alla gestione della posta elettronica rilasciata pochi giorni fa da Google. Il passaggio alla versione 1.1 introduce alcune modifiche minori all’interfaccia e semplifica lo scorrimento tra i vari account email collegati. Nulla di rivoluzionario, ma che può essere testato fin da subito installando manualmente il file APK.