QR code per la pagina originale

Google Glass per i giovani chirurghi africani

I Google Glass utilizzati per la prima volta in Africa, per aiutare i giovani chirurghi pediatrici: l'iniziativa è a opera della no-profit Mending Kids.

,

Un gruppo di rinomati chirurghi pediatrici di Los Angeles sta cercando di diffondere l’uso dei Google Glass in Africa, dove il peculiare dispositivo potrebbe aiutare i giovani chirurghi a meglio addestrarsi, superando così le risorse limitate che hanno a disposizione.

L’organizzazione è la Mending Kids, guidata dal dottor Philip K. Frykman, Mac Levitt e Alp Numanoglu, ed è nota per aver già sovvenzionato in passato dei programmi volti a promuovere la chirurgia pediatrica sostenibile. Durante il congresso biennale dell’Associazione Pediatrica sudafricana che ha appena avuto luogo a Cape Town, gli specialisti hanno contribuito alla formazione di 18 giovani chirurghi provenienti da nove paesi africani, insegnando loro come trovare gli strumenti adeguati a un prezzo che non sfori il (bassissimo) budget a loro disposizione.

Secondo il dottor Frykman, i «Google Glass giocano un ruolo fondamentale negli sforzi di formazione per ottenere risultati. Sono interessato ad aiutare il mondo non sviluppato. È proprio attorno a questo argomento che si sviluppava la conferenza, una discussione circa le soluzioni innovative e a basso costo dedicata ai problemi di salute».

I 18 giovani chirurghi pediatrici africani hanno ricevuto uno stimolatore muscolare gratuitamente, donato loro da Mending Kids, mentre i Google Glass sono stati utilizzati per registrare la posizione del dispositivo e le tecniche di sala operatoria dei medici esperti. Il video servirà per la formazione dei partecipanti alla conferenza ed è la prima volta in assoluto che gli occhiali di Google sono stati utilizzati in missioni di formazione chirurgica in quel Paese.

Si ricorda che i Google Glass sono attualmente disponibili negli Stati Uniti e nel Regno Unito rispettivamente al prezzo di 1500 dollari e 1000 sterline. Non è un’edizione però destinata al grande pubblico, ma più che altro ai developer. Non è ancora noto quando saranno effettivamente acquistabili nei negozi.