QR code per la pagina originale

Nuova gamma Lenovo Tablet Yoga provata con mano

I nuovi tablet della serie Lenovo Yoga 2, Yoga 2 Pro e l'ultrabook Yoga 3 provati in anteprima: caratteristiche hardware e software in ogni dettaglio.

,

Lenovo ha introdotto l’aggiornamento della linea di tablet Yoga 2, proposta in doppia versione Android e Windows, oltre a un potente e versatile Ultrabook con schermo touch e più modalità operative. Se Yoga Tablet 2 8″ e 10″ sono già in vendita, per Yoga Tablet 2 Pro e Yoga 3 Pro bisognerà attendere fino alla fine di novembre.

Durante la presentazione tenuta a Milano è stato possibile provare in anteprima la versione Android 4.4 KitKat con schermo da 8 pollici della serie Tablet Yoga 2, il fratello maggiore identificato dalla sigla Yoga 2 Pro equipaggiato con un pico proiettore, infine l’Ultrabook convertibile Yoga 3 Pro.

Yoga Tablet 2 8 pollici

L’elemento in comune tra le versioni Android e Windows da 8 pollici o 10 pollici e il più grande Yoga Tablet 2 Pro 13 pollici, è la piattaforma hardware Intel Bay Trail, con CPU Atom Z3745 quad-core, che si fa apprezzare per il convincente compromesso tra prestazioni e autonomia operativa. La versione base, quella testata durante l’evento a Milano, dispone di 16 GB di capacità e di 2 GB di memoria di sistema. Chi desidera una maggiore quantità di storage potrà puntare alla variante da 32 GB di spazio interno, magari preferendo il sistema operativo Windows 8.1 abbinato a uno schermo da 10 pollici e con cover/tastiera Bluetooth, per un dispositivo più portato alla produttività personale rispetto alla versione con Android.

Le altre caratteristiche in comune sono la connettività Wi-Fi Dual Band e Bluetooth 4.0, l’antenna A-GPS, le fotocamere posteriore e anteriore da 8 e 1,6 Megapixel, la porta micro-USB e il vano per schede microSD. I modelli da 10 pollici dispongono anche di un’uscita micro-HDMI, mentre la connettività 4G/LTE è opzionale per tutti.

Lo schermo è uno degli elementi più convincenti dello Yoga Tablet 2 8″, con un pannello IPS che vanta una risoluzione Full HD (1.920 x 1.200 pixel), un equilibrio soddisfacente tra fedeltà e vivacità dei colori, e una luminosità sopra la media. La ciliegina sulla torta è rappresentata dal trattamento superficiale che protegge da polvere e impronte digitali.

Al di là delle caratteristiche hardware e dello schermo ultra definito, ciò che convince di più in questo Yoga Tablet 2 8″, così come sui device di caratura più elevata Yoga Tablet 2 Pro e Yoga 3 Pro, è il design ergonomico e ultra sottile. Lenovo è riuscita nell’impresa di realizzare un device compatto e leggero, ma soprattutto comodo da tenere in mano e usare. Ha agito sulla forma e collocazione della batteria: è cilindrica, inserita sul lato lungo superiore (tenendo il tablet in posizione orizzontale). Varia anche il bilanciamento del dispositivo, con un design che richiama il primo Sony Tablet. La presa in mano è sempre comoda, soprattutto quando lo si tiene in modalità lettura (quella verticale), come se fosse un libro.

Le possibilità d’uso offerte dal rinnovato design sono comunque molte. Infatti, oltre alla base metallica estraibile, per diverse inclinazioni del tablet sulla scrivania, lo Yoga Tablet 2 dispone della modalità “appeso”: si porta la base in parallelo con lo schermo, approfittando del foro centrale per appenderlo a un piano verticale, con un gancio in cucina o in officina, così da lavorare a mani libere o godersi un contenuto multimediale mentre si fa altro. Lenovo ha ottenuto il massimo con poco, essendo questo un extra che parte da un semplice foro per arrivare a un utilizzo realmente creativo e utile. Il produttore cinese ha mostrato, in questo caso come in altri, una grande attenzione ai dettagli, infatti, a ogni modalità di utilizzo e posizionamento del tablet, corrispondono specifiche regolazioni dello schermo e dell’audio.

Su questo Yoga Tablet 2 8″ la batteria è da 6.400 mAh, che garantisce un’autonomia fino a 18 ore per ogni ricarica, mentre sullo Yoga Tablet 2 10″ ne è stata integrata una da 9.500 mAh, con la riserva di carica che decresce a 15 ore a causa del maggiore consumo dello schermo più ampio.

Un altro punto forte del nuovo tablet Lenovo è il comparto audio, affidato a una coppia di speaker stereo frontali JBL, con una potenza nominale di 8 watt, per una resa ben superiore alla media della categoria. Utilizzando il tablet sostenuto dalla base d’appoggio sulla scrivania, si apprezzano il suono pulito anche a volume elevato, oltre a una convincente separazione dei canali audio.

Yoga Tablet 2 8″ è già in vendita al prezzo di partenza di 229 euro nella versione Android 4.4 KitKat, mentre servono 249 euro per acquistare quella Windows 8.1.

Yoga Tablet 2 Pro

Se Yoga Tablet 2 nella versione Android 4.4 diventa un’ottima soluzione per l’intrattenimento mobile, anche considerando il vantaggioso prezzo d’acquisto rapportato alla qualità del design e del comparto audio/video, passando alla versione Yoga Tablet 2 Pro le potenzialità in tal senso raggiungono un livello altissimo. Questo avviene grazie al pico-proiettore integrato sul lato destro, all’estremità del cilindro al cui interno è alloggiata la capace batteria da 12.800 mAh. L’autonomia promessa è la stessa di Yoga Tablet 2 con schermo da 10”, pari a 15 ore, a causa dello schermo più ampio da 13 pollici con risoluzione QHD (2.560 x 1.440 pixel).

Le specifiche tecniche rimangono immutate rispetto ai fratelli minori, in più si trova la connettività 4G/LTE di serie e un subwoofer integrato sul pannello posteriore. Così Yoga Tablet 2 Pro diventa una vera postazione multimediale “tutto in uno”, soprattutto se si attiva il pico proiettore integrato.

Questo proietta un’immagine da 50 pollici a una risoluzione di 854×480 pixel, con una luminosità di 50 Lumen sufficiente per una visione al buio. Il proiettore dispone di un pulsante di attivazione collocato al suo fianco, oltre a uno slider per la messa a fuoco. L’esperienza nella nostra prima prova si è mostrata poco più che soddisfacente: l’ambiente non presentava condizioni ideali per le diverse fonti luminose presenti. Molto più convincente è il connubio tra l’ampio e ultra definito schermo da 13″ e il comparto audio 2.1 quando si tiene il tablet in modalità Stand (staffa aperta, in piedi sulla scrivania) e si riproducono contenuti multimediali in alta definizione: ottima resa visiva per dettagli e fedeltà dei colori, audio ben spaziato con il plus dei toni bassi generati dal sub woofer posteriore.

Anche su Yoga Tablet 2 Pro troviamo la base estraibile che abilita le quattro modalità operative compresa quella Hang per appenderlo a una superficie piana verticale. La presa in mano non è così comoda come sui tablet da 8 e 10 pollici anche a causa del peso (di 950 g), così diventa quasi obbligatorio sistemarlo sulla scrivania.

Yoga Tablet 2 Pro arriverà a fine novembre, inizialmente nella sola versione 4G/LTE, a un prezzo di 599 euro.

Lenovo Yoga 3 Pro

È un nuovo, particolare Ultrabook con design convertibile.

La prima presa in mano lascia letteralmente stupiti, per i materiali e le finiture di altissima qualità, con ripercussioni positive su portabilità ed estetica. Lenovo Yoga 3 Pro è bellissimo da vedere e ammirare, oltre che leggerissimo (1.190 g) e sottilissimo (12,8 mm). Una volta aperto e acceso, si rimane nuovamente sorpresi dallo schermo IPS full touch, da 13” e con risoluzione di 3.200 x 1.800 pixel. L’impressione è quella di avere tra le mani un lussuoso tablet più che un tradizionale Ultrabook.

La vera chicca è però la cerniera che collega base e schermo, costruita utilizzando più di 800 elementi di acciaio e alluminio, con un’estetica che richiama quella dei cinturini metallici degli orologi. Sei sono gli infulcri, per un sistema ancora più sicuro e stabile nelle quattro modalità d’uso: Laptop tradizionale; Stand con lo schermo inclinato sul retro e la tastiera – che si disattiva in automatico – appoggiata sulla scrivania; Tent, aperto a V e appoggiato sugli spigoli; tablet con il display ribaltato completamente.

Purtroppo non è stato possibile approfondire le potenzialità del software “adattivo” Harmony, che cambia luminosità e intensità dei colori dello schermo in base all’illuminazione dell’ambiente e alla modalità operativa attivata, in grado di riconoscere e ottimizzare l’esperienza utente con più di 50 tra le applicazioni più diffuse.

In ogni caso Lenovo Yoga 3 Pro promette di essere un efficace ponte tra una potente postazione di lavoro e un altrettanto efficace postazione per l’intrattenimento mobile, grazie a un corredo hardware di tutto rispetto – processore Intel Core M, 8 GB di RAM, memoria SSD fino a 512 GB, audio stereo JBL – e al design praticamente senza pari nel panorama attuale.

Lenovo Yoga 3 Pro sarà disponibile da fine novembre a un prezzo di 1.599 euro per la versione equipaggiata con SSD da 512 GB, 8 GB di RAM e sistema operativo Windows 8.1, nella sola colorazione silver.