QR code per la pagina originale

HP Stream: nuova gamma tablet e notebook

Hands-on HP Stream: è la nuova linea di notebook e tablet Windows entry level pensati per lo studio e il divertimento, testata in anteprima.

,

L’innovativa gamma HP Stream è una sorta di novità per HP, raggruppando una serie alquanto variegata di prodotti, dai tablet ai portatili passando per i dispositivi convertibili. Tutti i prodotti provati in anteprima sono accomunati da uno stile dinamico e moderno, ma soprattutto da alcuni pilastri portanti dell’offerta: sistema operativo Windows 8.1 con Bing, storage cloud e Office 365 Personal gratuiti per un anno, suite HP Connected per aggregare contenuti multimediali da più fonti differenti (fisicamente sul computer, sul Cloud, e in streaming per la musica), e connettività 3G+ su alcuni modelli selezionati. L’obiettivo è quello di soddisfare l’utenza più giovane che cerca device adatti sia per studiare sia per divertirsi, ovunque ci si trovi, e con un prezzo abbordabile.

Nel dettaglio la nuova offerta HP Stream si compone di due notebook, un convertibile e due tablet.

Notebook HP Stream

I due computer portatili HP Stream 11 e HP Stream 13, con rispettivi schermi da 11,6 pollici e 13,3 pollici, sono contraddistinti dal design compatto e ricercato, con due combinazioni cromatiche aggressive: Orchid Magenta e Horizon Blue. Lo chassis è in materiale plastico per entrambi i modelli, con finiture che appaiono di buona qualità e l’assenza di ventole di raffreddamento che porta a una gradevolissima silenziosità nel funzionamento.

HP ha lavorato per raggiungere un ottimo compromesso tra prezzo finale e dimensioni e peso (rispettivamente 1,24 e 1,55 kg) dei notebook Stream, superando un limite che si trova nella categoria entry level del mercato. Infatti, il cliente si trova a scegliere tra costosi dispositivi sottili e leggeri o notebook più convenienti ma più spessi e pesanti. I prezzi di Stream 11 e Stream 13 partono rispettivamente da 219 e 249 euro al pubblico, affinché i potenziali clienti possano raggiungere un traguardo altrimenti impensabile: un PC sottile, leggero e conveniente, con la potenza sufficiente per le attività quotidiane di studio e intrattenimento.

Entrambi gli schermi WLED hanno risoluzione HD (1.366×768 pixel), con l’opzione touchscreen per lo Stream 13. Il processore è un Intel Celeron N2840 Bay Trail (dual core 2,16 Ghz), con 2 Gb di RAM e una base di 32 Gb di spazio di archiviazione basato su memoria flash eMMC. Sicuramente la capacità è limitata, puntando HP più sul servizio di storage gratuito di un terabyte su Microsoft One Drive per un anno dall’attivazione che sullo slot d’espansione per schede microSD. Questo è il più grande compromesso di HP per mantenere una soglia d’accesso super conveniente, e in un Paese come il nostro dove la velocità media delle connessioni Internet è così bassa, rappresenta un grosso limite.

HP ha cercato di far fronte a questo problema offrendo come opzione il servizio DataPass, che consente ai clienti di connettersi a Internet con un servizio di banda mobile 3G+ integrato, senza la necessità di contratto. I prezzi di Stream 11 e Stream 13 con HP DataPass passano rispettivamente a 269 e 319 euro, rimanendo ancora vantaggiosi. I clienti riceveranno gratuitamente sino a 250 Mb al mese, che rimangono comunque pochi, fermo restando la possibilità di acquistare pacchetti di dati mensili aggiuntivi.

HP Stream x360

Molto più affascinante nella nuovissima gamma Stream è il notebook convertibile HP Stream x360, progettato per la massima versatilità. È la versione economica del Pavilion x360, e si basa su uno schermo WLED touch da 11,6 pollici con risoluzione HD, e su un design sempre all’insegna della maneggevolezza. Lo schermo completamente ribaltabile abilita quattro modalità operative: tradizionale notebook, tenda (aperto a triangolo e appoggiato sugli spigoli) o stand (schermo ribaltato parzialmente e notebook appoggiato sulla tastiera disattivata) per guardare un film o giocare, per finire tablet. Anche in questo caso i materiali e le finiture appaiono di buona qualità, senza fastidiose flessioni dello chassis, e con una cerniera tra base e schermo più che solida e stabile, anche se non così fluida nella rotazione.

La dotazione hardware è la stessa del corrispettivo tradizionale Stream 11, mantenendo gli stessi servizi cloud (1 Tb di spazio gratuito su Microsoft OneDrive) e l’opzione HP DataPass per la connessione mobile 3G+ senza necessità di contratto. Non troviamo la doppia opzione di colore, ma la sola versione Horizon Blue. I prezzi sono di 289 e 349 euro per i modelli senza e con DataPass.

HP Stream Tablet

Si chiude la carrellata sulla linea di dispositivi mobile HP Stream con i due tablet, con schermi da sette e otto pollici. Sono pensati per garantire la massima produttività agli utenti, oltre a una connessione Internet sempre fluida e costante, senza dimenticare una soglia d’accesso conveniente. I pilastri portanti sono il processore Intel Atom Z3735F (quad core 1,33 Ghz) con 1 Gb di RAM e 16 Gb di capacità interna (espandibile con microSD), lo schermo IPS HD (1.280×800 pixel), la connettività Wi-Fi e Bluetooth, e il sistema operativo Windows 8.1 con una serie di servizi gratuiti messi a disposizione da HP insieme a Microsoft. Troviamo ancora l’accesso a 1 Tb di spazio gratuito su OneDrive e Office 365 Personal per un anno, oltre a 60 minuti di chiamate Skype al mese.

Il prezzo previsto per HP Stream 7 è particolarmente vantaggioso, richiedendo solo 129 euro per l’acquisto (DataPass opzionale). Per il tablet HP Stream 8, che però include il servizio dati 3G+ di HP, invece servono 229 euro. Tra i due il più interessante è sicuramente il secondo, con dimensioni comunque contenute e uno schermo più piacevole da usare sia in modalità lettura sia in quella panoramica per riprodurre filmati.