QR code per la pagina originale

YouTube Music Key per gli abbonati a GPM Unlimited

Il nuovo servizio YouTube Music Key sarà accessibile dagli abbonati alla formula Unlimited di Google Play Music a partire dalla prossima settimana.

,

Nel corso degli ultimi mesi si è parlato spesso di YouTube Music Key, nuovo servizio dedicato agli amanti della musica in arrivo dal gruppo di Mountain View. Dopo una lunga serie di rumor e indiscrezioni ieri è finalmente giunto l’annuncio ufficiale. La presentazione ha chiarito alcuni dubbi riguardanti la natura dell’iniziativa, ma non tutti: resta infatti ancora da capire nel dettaglio come avverrà l’integrazione con Google Play Music.

A quanto pare tutti coloro che hanno già scelto di mettere mano al portafogli per l’accesso a pagamento saranno i primi a poter testare YouTube Music Key, in modo del tutto gratuito. Per loro la fase beta dovrebbe iniziare già durante la prossima settimana, almeno stando a quanto riportato sulle pagine del sito Android Police su segnalazione di un lettore. Di seguito la traduzione del messaggio inviato oggi ad alcuni abbonati alla formula Unlimited (All Access negli Stati Uniti) del servizio Google Play Music.

A partire dalla prossima settimana, come abbonato al servizio Google Play Music, potrai accedere in modo gratuito e completo alla beta di YouTube Music Key, una nuova piattaforma di YouTube che permette di guardare video musicali senza inserzioni pubblicitarie, ascoltare la musica in background o in modalità offline. L’applicazione Google Play Music includerà inoltre videoclip senza pubblicità a fianco dei brani. Resta sintonizzato per maggiori informazioni.

Google chiarisce i dettagli sull'integrazione fra YouTube Music Key e Play Music Unlimited

Google chiarisce i dettagli sull’integrazione fra YouTube Music Key e Play Music Unlimited

Ancora pochi giorni, dunque, poi sarà possibile saperne di più su ciò che il team di YouTube ha da proporre nel sempre più popolato mercato dello streaming musicale. Il successo del progetto è tutt’altro che scontato, soprattutto per via della concorrenza sempre più agguerrita, ma le premesse per assistere al lancio di un servizio rivoluzionario (soprattutto per quanto riguarda la riproduzione dei video a fianco dei file audio) ci sono tutte.