QR code per la pagina originale

Jolla: dopo lo smartphone, anche un tablet

Dopo aver proposto uno smartphone, Jolla presenta anche un tablet: sarà molto economico ma competerà con iPad mini 3, Nokia N1 e anche Nexus 9.

,

Dopo aver presentato uno smartphone, Jolla prova a entrare con forza anche nel mondo dei tablet presentando un dispositivo potenzialmente di grande interesse, basato sulla rinnovata piattaforma Sailfish 2.0. La startup finlandese sta tentando la strada del crowdfunding e ottenendo in pochissime ore un grande successo, tanto che l’obiettivo di raccogliere 380 mila dollari è già stato ampiamente superato.

Jolla Tablet spera di catturare l’attenzione puntando su una scocca piuttosto elegante, sulle capacità multitasking del proprio sistema operativo Sailfish 2.0, una forte attenzione sulla privacy, un buon comparto hardware e su un prezzo aggressivo: durante le poche ore di campagna su IndieGoGo era possibile preordinarlo a 189 dollari mentre il suo costo finale salirà a 249 dollari, quando sarà in vendita – a partire da giugno 2015.

Le specifiche tecniche sono simili a quelle degli altri tablet di fascia alta. All’interno di una scocca in argento e nero, sottile ed elegante, è presente infatti un processore quad-core Intel da 1,8 GHz con architettura a 64-bit, affiancato da 2 GB di RAM e da 32 GB di memoria interna, espandibile via microSD. Lo schermo da 7,85 pollici ha una risoluzione molto alta (da 2048 x 1536 pixel) e garantisce al dispositivo di Jolla dimensioni simili a quelle dell’iPad mini 3, Nexus 9 e anche del neo arrivato Nokia N1. Jolla Tablet si differenzia però per una densità del pannello leggermente più alta rispetto a tali competitor: 330ppi contro i 326 ppi del dispositivo Apple, 281ppi di quello Google e HTC e infine 326ppi della soluzione Nokia.

Jolla Tablet a confronto con iPad mini 3, Nexus 9 e Nokia N1

Jolla Tablet a confronto con iPad mini 3, Nexus 9 e Nokia N1 (immagine: IndieGoGo).

A completare la dotazione hardware vi sono due fotocamere, una frontale da 2 megapixel e una posteriore con sensore da 5 megapixel, una batteria da 4300 mAh e connettività solo Wi-Fi: l’assenza del supporto alla rete 3G o 4G LTE rappresenta indubbiamente il suo più grosso svantaggio. Infine, Jolla Tablet avrà un peso di 384 grammi e sarà basato sulla nuova release di Sailfish OS, presto disponibile anche su smartphone.

Sailfish 2.0 introdurrà due importanti novità. Una è denominata Ambiences e consentirà di personalizzare graficamente il tablet, in pochi istanti; l’altra è invece Events e garantirà agli acquirenti un rinnovato centro di controllo di messaggi, calendario e altre informazioni utili. Sottolinea infine la casa produttrice che tale sistema operativo è stato costruito nel totale rispetto della privacy degli utenti: «non vi sono porte posteriori o altri elementi che terzi potrebbero usare per monitorare le vostre attività».

Fonte: IndieGoGo • Via: TechCrunch • Immagine: IndieGoGo • Notizie su: ,