QR code per la pagina originale

Firefox, esce Google ed entra Yahoo

Mozilla ha comunicato un accordo con Yahoo che scalza Google negli USA dalla posizione di motore predefinito su Firefox. In Europa rimane Google.

,

Mozilla e Google hanno rotto parte dell’accordo che vede i due gruppi lavorare sul progetto Firefox: fino ad oggi Google è stato il motore di ricerca predefinito sul browser della Mozilla Foundation e, grazie agli accordi economici in essere, tale impostazione consentiva a Mozilla di realizzare gran parte dei profitti con i quali investire sui progetti in corso. Ora in questo rapporto subentra il terzo incomodo: Yahoo.

Questa situazione era stata vista da tempo come una dipendenza difficilmente gestibile: Mozilla ricavava fin dal 2004 gran parte dei proventi da quello che è di fatto un concorrente (Chrome è un progetto Google) ed una improvvisa rottura con Mountain View avrebbe spiazzato le attività della fondazione. A rompere, ma solo parzialmente, è invece Mozilla, che punta ora ad una maggior differenziazione dei proventi.

Google non sarà più il motore di ricerca predefinito su Firefox: Yahoo ha siglato infatti una partnership con Mozilla della durata di 5 anni che non cambia il peso specifico degli accordi, ma sposta il baricentro via dalla dipendenza totale da Mountain View. L’accordo sarà in essere a partire dal mese di dicembre e continuerà a proporre altri motori alternativi (quali Google o Bing) tra le opzioni disponibili. Accordo simile è stato siglato in Russia con Yandex, eliminando anche in questo caso Google dalla prima posizione.

Mozilla spiega di aver seguito semplicemente una strategia votata all’opportunità: Yahoo sarebbe il partner migliore in questa direzione e la differenziazione sembra essere tra le righe la scelta vera abbracciata dalla fondazione. Una scelta logica e opportuna, che rappresenta una sfida di lungo periodo ma che è un valico ineluttabile nel percorso di crescita del progetto Firefox.

Sebbene Google rimanga il partner predefinito in Europa, a tal proposito Yahoo non fa menzione di alcun rinnovo all’interno del proprio post ufficiale: semplicemente Mozilla spiega di aver valutato le opzioni zona per zona, ma il silenzio dedicato all’Europa sembra far trasparire una malcelata tensione con il motore numero uno al mondo.

Fonte: Mozilla • Notizie su: , ,