QR code per la pagina originale

iWork su iCloud: novità per lingue, editor e font

Apple aggiorna la suite iWork su iCloud, aggiungendo alcuni strumenti di produttività: 8 nuove lingue, 50 font e un editor più facile da utilizzare.

,

Giornata di aggiornamenti sulla nuvola di Cupertino, in particolare per la suite iWork. Da qualche ora Apple ha infatti reso disponibili nuovi strumenti per l’ambiente produttivo di iCloud, così da rendere l’esperienza d’uso sempre più vicina a quella desktop. Le novità coinvolgono tutti i software del pacchetto virtuale, quindi Pages, Numbers e Keynote.

Cupertino ha deciso di puntare sempre più energie sulla suite per l’ufficio di iCloud, anche per far fronte alla concorrenza dominante di rivali come Google Drive. Così, la società ha rilasciato un aggiornamento importante affinché gli utenti possano godere di nuove funzioni. Fra le più gettonate, il supporto a otto nuove lingue, quindi 50 nuovi font per elaborare i propri documenti e un editor più affidabile.

Le lingue in questione sono francese, tedesco, spagnolo, portoghese e cinese, a cui si aggiungono arabo ed ebraico unicamente per Pages. I 50 font aggiuntivi, invece, sono distribuiti su tutti i pacchetti e immediatamente utilizzabili indipendentemente dall’idioma originario del documento che si andrà a modificare sulla nuvola.

La toolbar dell’editor è stata lievemente riprogettata, affinché l’utente possa facilmente modificare il nome di un documento, quindi sono state previste nuove funzioni come l’annullamento di una cancellazione o di un intero segmento. Quest’ultima funzionalità è però disponibile solamente in Pages. Non ultimo, si potrà decidere di mostrare o nascondere il navigatore a slide laterale, quindi sarà possibile aggiungere widget e grafici ai documenti semplicemente con un drag and drop. In altre parole, a ogni aggiornamento iWork per iCloud diventa sempre più simile alla sua versione desktop.

Il pacchetto di software per l’ufficio può essere utilizzato semplicemente accedendo a iCloud.com, utilizzando il proprio Apple ID per il login. È garantita la compatibilità con Safari 8 e successivi, Firefox 22 e successivi, Chrome 28 e successivi, nonché una versione almeno pari alla 10 di Internet Explorer. Tutti i software rimangono ancora in beta, come da un anno a questa parte.

Fonte: AppleInsider • Immagine: iCloud • Notizie su: , ,