QR code per la pagina originale

Huawei: con Windows Phone non si guadagna nulla

Secondo Huawei, nessuno ha fatto soldi con Windows Phone. Dopo gli scarsi risultati ottenuti con gli Ascend W1 e W2, l'azienda produrrà solo modelli Android.

,

Durante un intervista rilasciata al Seattle Times, il responsabile dei rapporti con i media, Joe Kelly, ha dichiarato che l’azienda cinese non ha ottenuto profitti dalla vendita degli smartphone basati sul sistema operativo Microsoft. Secondo il dirigente di Huawei, «nessuno ha fatto soldi con Windows Phone». In realtà, questa affermazione non è del tutto vera, in quanto i due modelli Ascend W1 e W2 sono arrivati sul mercato nel 2013. Dal mese di aprile 2014, Microsoft ha infatti eliminato i costi di licenza, oltre ai vincoli imposti inizialmente sui requisiti minimi.

Huawei sembra quindi aver definitivamente abbandonato Windows Phone. Il produttore cinese continuerà ad investire nella realizzazione di smartphone Android. I recenti dati sulle vendite hanno però evidenziato il sorpasso da parte di Xiaomi, diventato il terzo costruttore mondiale di smartphone in soli quattro anni dalla fondazione. Sicuramente, quanto accaduto non è colpa di Windows Phone. Xiaomi riesce ad offrire prodotti con caratteristiche di fascia alta a prezzi bassi, mentre Huawei vuole ottenere margini di profitto più elevati.

Come dimostra però il successo del Lumia 520, il sistema operativo mobile offre un’esperienza d’uso ottimale anche su dispositivi economici. Basta solo trovare la giusta combinazione tra specifiche tecniche, design e prezzo. Probabilmente, il vero motivo per cui Huawei non vuole produrre terminali Windows Phone è legata al dominio assoluto di Nokia (ora Microsoft) sul mercato. Secondo le statistiche di AdDuplex, il 94,99% degli smartphone in circolazione sono prodotti da Nokia.

Comunque, l’affermazione «nessuno ha fatto soldi con Windows Phone» non è proprio esatta, perché c’è un’azienda che ha fatto soldi con Windows Phone. Si tratta di Qualcomm, fornitore unico dei processori integrati in tutti i modelli sul mercato. In ogni caso, Microsoft potrebbe rinunciare all’aiuto di Huawei, visto che ha sottoscritto accordi commerciali con altri produttori cinesi, tra cui Foxconn, Lenovo e ZTE.

Fonte: Neowin • Notizie su: , ,