QR code per la pagina originale

Apple e IBM: arrivano le prime app MobileFirst

Apple e IBM hanno reso disponibili le prime applicazioni MobileFirst, del software pensato per rendere più produttivo e sicuro l'universo enterprise.

,

La collaborazione tra Apple e IBM comincia a dare i primi frutti, delle applicazioni che saranno particolarmente utili in ambito enterprise. Arrivano infatti oggi le prime soluzioni MobileFirst, una nuova classe di app pensate per il business e integrate profondamente nell’universo cloud. Un mondo di strumenti utili per la produttività, orientati ai settori del banking, del retail, delle assicurazioni, dei servizi finanziari, delle amministrazioni pubbliche, delle compagnie aeree e molto altro ancora.

L’annuncio di una partnership tra IBM e Apple è giunto qualche mese fa, lasciando la critica specializzata a bocca aperta. D’altronde, agli albori dell’informatica consumer, le due realtà si sono trovate spesso contrapposte. Oggi, invece, una collaborazione unica per spingere iOS all’interno dell’universo aziendale, con delle soluzioni di sicurezza e stabilità che solo un sistema operativo mobile univoco e integrato come iOS può garantire.

Le app MobileFirst sono pensate per scavare in profondità della mobilità aziendale, per garantire un accesso ai dipendenti alle risorse dell’azienda indipendentemente dalla loro posizione fisica, il tutto in modo rapido, sicuro e lontano da occhi indiscreti. Specificatamente create per iPhone e iPad, tutte le applicazioni prevedono l’integrazione con sistemi d’analisi statistica avanzati e sono gestite, distribuite e aggiornate all’interno della nuvola di IBM. Un ambiente cloud particolarmente efficace e sicuro, soprattutto nella protezione di dati di fondamentale importanza per le aziende. Così ha spiegato Bridget van Kralingen, Senior Vice President di IBM Global Business Services:

Quello che stiamo offrendo risponde direttamente alla nuova necessità del business: tecnologie intelligenti in grado di creare nuovo valore proprio nel punto d’incontro fra big data e coinvolgimento individuale. La nostra collaborazione unisce l’esperienza nel settore e la posizione di primo piano di IBM nell’enterprise computing alla leggendaria esperienza utente ed eccellenza nel design dei prodotti di Apple, per dare una marcia in più alle performance di una nuova generazione di professionisti aziendali.

Dello stesso avviso anche Philip Schiller, Senior Vice President Worldwide Marketing di Apple:

È un grande passo per iPhone e iPad nel settore enterprise, e non vediamo l’ora di vedere in quali modi innovativi le aziende sapranno sfruttare i dispositivi iOS sul lavoro. Il mondo aziendale è diventato mobile: Apple e IBM uniscono la migliore tecnologia al mondo e le soluzioni più intelligenti in ambito big data e analytics per aiutare le aziende a ridefinire il modo in cui lavorano.

Tra le applicazioni sviluppate, si elencano Plan Flight per il controllo delle spese di trasporto e di volo, Passenger+ per aiutare gli equipaggi a fornire servizi aggiuntivi ai passeggeri di un aereo, Advise & Grow per rendere più personalizzato il rapporto tra banche e cliente, Trusted Advice per la gestione del portafoglio clienti finanziario anche in mobilità. E, ancora, Retention per la visione dei profili e dello storico clienti delle assicurazioni, Case Advice per gestire al meglio il carico di lavoro nella pubblica amministrazione, Incident Aware per elaborare modelli di prevenzione della criminalità, Sales Assist per migliorare la vendita in base ai profili clienti e molto altro software ancora. Il tutto, grazie a 6.000 esperti IBM dedicati all’innovazione dell’enterprise mobility, forti anche dei 4.000 brevetti che l’azienda possiede nel settore mobile.