QR code per la pagina originale

Dropbox lancia Project Harmony per Microsoft Office

Con Project Harmony gli utenti possono modificare lo stesso file Office conservato su Dropbox. Il nuovo servizio è dedicato ai clienti business.

,

All’inizio di novembre, Dropbox e Microsoft hanno sottoscritto un accordo che prevede l’integrazione tra il servizio di cloud storage e la suite di produttività. In realtà, la collaborazione tra le due aziende è iniziata sette mesi prima, quando Dropbox ha annunciato Project Harmony, un tool riservato all’utenza business che consente di lavorare sugli stessi file Word, Excel e PowerPoint conservati in una cartella di Dropbox.

La nuova funzionalità, disponibile in preview ai clienti che hanno sottoscritto un abbonamento a Dropbox for Business, semplifica il lavoro in team, evitando il ricorso ad altri strumenti di comunicazione. Gli utenti vedranno un badge sul lato destro dello schermo (può essere spostato anche sugli altri lati) che apparirà quando viene aperto un file Office. La piccola icona circolare fornisce diverse informazioni: chi sta visualizzando o modificando il file, segnala l’esistenza di una versione più recente del file e consente di creare un link per condividere il documento.

Il badge è di colore blu e mostra il logo di Dropbox. Quando un altro utente (viene visualizzato il nome e la foto del profilo) modifica il documento aperto, il badge diventa di colore rosso e mostra un lucchetto per indicare che l’eventuale modifica provocherà la creazione di una nuova copia del documento. Quando il badge mostra una freccia verso il basso è possibile aprire l’ultima versione del file.

Project Harmony è compatibile con Office 2007/2010/2013 su Windows 7 e Windows 8.x, e con Office 2011 su OS X 10.8/10.9/10.10. Il servizio è pensato soprattutto per coloro che lavorano in maniera sequenziale, una modifica dopo l’altra. Infatti, non è supportato l’editing in tempo reale. Se più persone modificano il documento in contemporanea, si otterranno due versione distinte.

Fonte: Dropbox • Via: VentureBeat • Notizie su: , ,