QR code per la pagina originale

Sony non supporterà PS3 ancora a lungo

PlayStation 3 non sarà supportata ancora a lungo, come visto con la PS2: lo ha dichiarato Sony, spiegando le ragioni dietro tale decisione.

,

Sony ha introdotto sul mercato la PS4 solamente lo scorso anno e, nonostante la produzione della PlayStation 2 sia stata interrotta solo nel 2013 (ben sei anni dopo il lancio della terza generazione), la PS3 non avrà la stessa sorte. Non sarà infatti supportata ancora a lungo, come dichiarato da Jim Ryan, dirigente della divisione europea di PlayStation, durante una recente intervista concessa a MCV.

Nonostante la quantità dei giochi a disposizione per PS4 non sia ancora ai massimi livelli, la console di nuova generazione sta ottenendo un ottimo successo, tanto da esser considerata attualmente come la console venduta più velocemente in tutta la storia. È probabilmente per tale motivo che la compagnia produttrice non è intenzionata a supportare ancora per molto tempo la PlayStation 3, che avrà dunque una vita più breve.

«PS2 è stata supportata fino a marzo 2013 e quindi per sei anni dopo il rilascio di PS3. Per una serie di ragioni, questa cosa non si ripeterà». Il motivo principale risiede nel semplice costo al pubblico: «PS3 al lancio costava 599€ e si trovava la PS2 a 99€, mentre adesso PS4 costa 399€ e PS3 oscilla tra i 199€ e 299€ – e quindi se prima c’era una differenza di prezzo sostanziosa, adesso non è così».

Non solo: secondo il dirigente PlayStation, «oggi gli acquirenti sentono maggiormente il bisogno di fare questo salto generazionale sotto il punto di vista tecnologico. Forse è una conseguenza del modo in cui le persone passano da uno smartphone all’altro. Detto questo, probabilmente si nota questo problema nella sua forma più acuta nel Regno Unito, in quanto è uno dei paesi in cui gli acquirenti hanno voluto subito passare alla nuova generazione. Vi sono parti d’Europa, Medio Oriente e Africa dove l’attaccamento a PS3 da parte dei consumatori è ancora parecchio elevato e continuerà ad esserlo ancora per qualche tempo».

Infine, qualche informazione anche sul futuro della PlayStation Vita: «ci sono molti contenuti indie pronti al debutto, e l’utilizzo del dispositivo come client Remote Play o compagno per PS4 continua a essere molto ben accolto. Continuerà a svolgere un ruolo significativo nel nostro ecosistema – forse diverso da quello originariamente previsto, ma è ancora qui. Amiamo Vita e la curiamo al meglio che possiamo». Dalle parole di Jim Ryan, appare evidente che i giochi a tripla A per PS Vita continueranno a scarseggiare.

Galleria di immagini: PS4, tutte le immagini