QR code per la pagina originale

Samsung compra BlackBerry, anzi no

Samsung compra BlackBerry, le azioni volano a +29,7%. Samsung non compra BlackBerry, le azioni crollano del 14%. Smentite piovono infine da ambo le parti.

,

Samsung compra BlackBerry? La notizia si è fatta spazio rapidamente nelle ore passate, ma altrettanto rapidamente è svanita a colpi di smentite. L’ipotesi, caldeggiata da più parti negli ultimi mesi, sembrava improvvisamente essersi concretizzata in una operazione storica, peraltro suffragata da solidi motivi: il rilancio di Samsung, una preziosa exit-way per BlackBerry, una focalizzazione business maggiore per il mondo Android. Insomma, tutto sembrava volgere verso una sorta di lieto fine del valore di circa 7,5 miliardi di dollari. Poi, però, il dietrofront: nessuna operazione in atto, soltanto rumor e speculazioni.

E di speculazione deve essercene stata molta a Wall Street: in pochi minuti il valore delle azioni BlackBerry è schizzato verso l’alto del 29%, cavalcando l’onda delle notizie che trapelavano dalle agenzie. La chiusura della giornata è storica: +29,71%. La smentita ha però subito raffreddato gli entusiasmi: nelle trattative after-hour il titolo ha ceduto il 14%, senza perdere comunque tutto quanto accumulato nel frattempo. La sensazione è che, sebbene la smentita abbia negato qualsivoglia rivoluzione imminente, BlackBerry sia comunque al centro delle attenzioni di molti gruppi che vedono nel basso valore del titolo una buona opportunità di subentro per rilevare brand, servizi e mercato.

La smentita è di quelle che non lascia adito a interpretazioni e arriva direttamente dal quartier generale BlackBerry: «BlackBerry non è in trattative con Samsung in relazione ad una possibile offerta di acquisto. La policy di BlackBerry è di non commentare rumors o speculazioni, e sulla base di queste regole non intendiamo commentare oltre». La porta è sbattuta in faccia alle agenzie che avevano divulgato la notizia, insomma, e la conferma giunge anche da Samsung: un portavoce conferma l’indirizzo indicato da BlackBerry e conferma il fatto che l’ipotesi di una trattativa sia priva di fondamento.

L’interesse vira dunque ora nuovamente a Wall Street, ove all’apertura odierna sarà possibile misurare la situazione per capire se ci siano investitori pronti a scommettere comunque sulla prospettiva di una cessione.

Fonte: Blackberry • Via: Reuters • Immagine: Twin design • Notizie su: