QR code per la pagina originale

Microsoft progetta una sciarpa smart

Microsoft ha realizzato una sciarpa composta da moduli intercambiabili che possono produrre calore e vibrazioni. Il controllo avviene tramite app.

,

Il settore dei dispositivi indossabili diventa sempre più affollato con l’arrivo sul mercato di smartwatch, smart band e fitness tracker. In futuro, al lungo elenco di prodotti oggi disponibili potrebbe aggiungersi la smart scarf (sciarpa intelligente), progettata da Microsoft Research, che può essere comandata a distanza mediante un’app per smartphone.

Il progetto SWARM (Sensing Whether Affect Requires Mediation) è stato presentato durante la conferenza internazionale TEI (Tangible, Embedded and Embodied Interaction), organizzata alla Stanford University. Utilizzando il comune accessorio di abbigliamento, opportunamente modificato, i ricercatori di Microsoft hanno realizzato un dispositivo biometrico che può essere utilizzato da persone con particolari patologie. L’attuale prototipo, creato dopo aver consultato persone con autismo e disabilità visive e uditive, è costituito da esagoni (moduli) di filato industriale sovrapposti a fili di rame. Questi moduli intercambiabili sono collegati tra loro con pezzi di metallo e con un modulo principale (master) che comunica con l’app via Bluetooth.

Alcuni moduli possono essere riscaldati, altri invece possono vibrare. L’utente può quindi configurare la sciarpa in base alle sue esigenze, posizionando ad esempio un modulo che produce calore sullo stomaco e uno che produce vibrazioni sul collo. Per nascondere il design metallico è possibile indossare la sciarpa utilizzando un manicotto. La smart scarf diventa così meno visibile di un tradizionale dispositivo medico.

I ricercatori pensano di aggiungere altre funzionalità, come la capacità di raffreddare chi la indossa e un lettore musicale, con il quale le persone possono scegliere playlist personalizzate in base al loro stato d’animo. Il progetto è ancora nella fasi iniziali, quindi non è chiaro se diventerà un prodotto commerciale.

Fonte: MIT Technology Review • Notizie su: ,